Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità Mandello del Lario

Area giardini Mandello, il punto sui lavori: "Individuato il gestore dei chioschi"

Il sindaco: "Ritardi nelle forniture e brutto tempo ritardano la riapertura in zona lago. Ma avremo presto una passeggiata più bella e spazi più vivibili. Con attenzione alla sicurezza"

Il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli fa il punto sull'andamento dei lavori di riqualifica dell'area giardini a lago, annunciando l'individuazione dei gestori dei due chioschi. "I ritardi nelle forniture, ma sopratutto il brutto tempo, stanno ritardando la riapertura dell’area lago dei giardini pubblici - fa sapere Fasoli - L’intervento, ampiamente spiegato durante l’incontro pubblico nella sala polifunzionale, ha l’obbiettivo di rendere più fruibile la passeggiata a lago e mantenere la fruibilità dei giardini senza più transenne". 

Il container temporaneo

Ha però destato più di una perplessità il posizionamento del container temporaneo per la gestione dell’area più vicina alla spiaggia e alla darsena Falck. "Si tratta di uno strumento necessario per mantenere vivibile e fruibile a tutti l’area e preservarla il più possibile dagli utilizzi non corretti - replica il sindaco - Stiamo perfezionando anche la possibilità di utilizzare la terrazza della darsena per le attività della cooperativa. La struttura sarà mascherata con delle essenze, ma è stata pensata per essere il più amovibile possibile: l’obiettivo futuro è quello di una nuova struttura nell’area tra giochi e skate park che possa essere fruibile tutto l’anno e in grado di gestire meglio il tutto".

Come accennato, è stato inoltre individuato il gestore dei due chioschi. "Si tratta della cooperativa sociale Olinda già impegnata sul territorio di lecco presso la pizzeria Fiore  - https://www.olinda.org/portfolio/chisiamo/ - che, dal prossimo 8 luglio, attiverà l’inserimento di due lavoratori segnalati e accompagnati dai nostri servizi sociali oltre a coinvolgere ragazzi del territorio. La predisposizione dei chioschi e la loro apertura dipende molto dalle condizioni meteorologiche. Appena la cooperativa sarà pronta, apriremo l’area tra il cannone e l’area giochi. Aprirla prima porterebbe con sè problemi ancor più grandi di quelli già riscontrati nei primi giorni di bel tempo".

Via la transenne, ma vigilantes presenti

La parte della poncia sarà aperta non appena le condizioni climatiche permetteranno le ultime lavorazioni "sono circa 3 mesi che non ci sono più di due giorni lavorativi di meteo favorevole consecutivi" - ricorda in merito Fasoli precisando quindi che "l’area, una volta terminata, non avrà più interdizioni con transenne: avremo ancora i vigilantes a verificare il corretto utilizzo della stessa". Come richiesto nella riunione prima citata, è stata posata l’irrigazione e la cordolatura per una nuova fascia fiorita, subito dietro il camminamento fronte lago, per ridurre ancora di più la possibilità di utilizzo improprio.

Iniziata l’installazione di una nuova struttura nel parco giochi

Martedì 25 giugno è anche iniziata l’installazione di una nuova struttura nel parco giochi. "Una sorpresa per i più piccoli che speriamo possa essere pronta la prossima settimana, anche qui con circa un mese e mezzo di ritardo dettato dal meteo. Permangono le difficoltà di drenaggio sui giochi limitrofi all’area skate park: si tratta di un’area asfaltata (precedentemente era un parcheggio) che non riesce quindi a far defluire le acque. Stiamo valutando soluzioni alternative".

"Sul resto della tombinatura, le problematiche sono dettate dalle radici delle piante che si sono impadronite delle tubazioni. Anche qui, appena il tempo ne consentirà la programmazione, saranno effettuate specifiche attività di spurgo. Dispiace tantissimo essere arrivati con ritardo: la stagione fatica a partire per gli stessi problemi che hanno determinato il ritardo nei lavori".

Il giro di vite contro "maleducazione, furti e risse"

Infine il tema sicurezza, di stretta attualità. "Discorso a parte che però influisce sulla gestione dei lavori e delle future regole di fruizione delle aree - dichiara infine Riccardo Fasoli - è la questione delle compagnie di ragazzi che raggiungono Mandello dall’hinterland milanese: di questo si parlerà nella riunione straordinaria di consiglio comunale prevista per mercoledì 3 luglio. Maleducazione, furti, risse e assoluta mancanza di rispetto delle regole comporteranno valutazioni importanti per mantenere vivibile il territorio a residenti e turisti civili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area giardini Mandello, il punto sui lavori: "Individuato il gestore dei chioschi"
LeccoToday è in caricamento