Attualità

Distribuzione gratuita delle mascherine, i farmacisti: «Non arriveranno prima della fine della settimana»

Federazione degli Ordini della Lombardia, Conferservizi e Federfarma Lombardia hanno scritto una lettera inviata all’assemblea regionale Federfarma

Le mascherine non arriveranno nelle farmacie prima della fine della settiamana. A dirlo sono Federazione degli Ordini della Lombardia, Conferservizi e Federfarma Lombardia, che hanno scritto una lettera inviata, domenica sera, all’assemblea regionale Federfarma in merito alla distribuzione gratuita dei dispositivi forniti da Regione Lombardia.

"In relazione alle voci diffuse oggi dell'imminente distribuzione delle mascherine nelle farmacie, si informa che le stesse saranno disponibili in farmacia non prima di fine settimana prossima. Regione Lombardia comunicherà a breve i criteri che permetteranno la distribuzione ai cittadini. Cordiali saluti"

Nel Lecchese 109mila mascherine gratuite

Le mascherine saranno distribuite per provincia secondo questi quantitativi: Bergamo 360.000, Brescia 370.000, Como 178.000, Cremona 126.000, Lecco 109.000, Lodi 95.000, Mantova 131.000, Milano 900.000, Monza Brianza 250.000, Pavia 165.000, Sondrio 66.000, Varese 245.000, Colonna Mobile regionale 5.000.

«Il piano - aveva precisato l'assessore regionale Foroni durante la diretta Facebook domenicale - prevede la distribuzione di 3,3 milioni di mascherine; 300 mila di queste, grazie a un accordo con Federfarma che da domani comincerà a rifornire le farmacie, saranno gratuitamente disponibili a partire da metà per chi ne avesse bisogno o per una sostituzione di un prodotto non adeguato. Sarà poi la stessa farmacia a individuare le persone in condizioni fragili perchè vengano loro consegnate. Di questi 3 milioni, circa 440.000 sono già state distribuite tra mercoledì e giovedì scorso; già domenica 2,5 milioni di pezzi sono nei capoluoghi di provincia e nei territori e da lunedì inizierà la distribuzione, coinvolgendo sindaci e territori, nei vari negozi, supermarket, tabaccherie, poste e in banca. Se c'è un piccolo comune dove il sindaco ha il controllo della situazione conosce i bisogni dei nuclei famigliari, si farà una differente ricognizione del territorio».

L'assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione, Davide Caparini aveva quindi ricordato le raccomandazioni di virologi ed epidemiologi di fama mondiale sull'uso delle mascherine e ha chiarito che è comunque importante coprire le vie respiratorie con un foulard o una sciarpa. «Nell'ordinanza - ha ricordato Caparini - abbiamo anche scritto che bisogna rispettare le distanze, lavarsi le mani, evitare di toccare con le mani gli occhi». «Le mascherine che Regione Lombardia è riuscita a reperire - ha sottolineato l'assessore regionale al Bilancio - sono gratuite per i cittadini, l'obiettivo prioritario è quello di aiutare chi non può comprarle, le persone fragili che hanno difficoltà a trovarle».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distribuzione gratuita delle mascherine, i farmacisti: «Non arriveranno prima della fine della settimana»

LeccoToday è in caricamento