rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022

Il maxi presepe sul Sentiero del Viandante è un suggestivo viaggio nel tempo

L'opera realizzata da Stefano Fois e Piergiorgio Mangioni, lunga più di cinque metri, si trova all'imbocco dello storico percorso e spazia, con statuine e modellini animati, dalla Natività ai tempi moderni

Un presepe da record. Non solo per le dimensioni, 5 metri di lunghezza, o per il numero di statuine impiegate (centinaia), ma anche per come è stato sapientemente animato. A realizzare l'imponente opera, che si trova all'imbocco del Sentiero del Viandante nella frazione Borbino di Abbadia Lariana, Stefano Fois con l'aiuto del cognato Piergiorgio Mangioni. 

Maxi presepe ad Abbadia Lariana

Un lavoro di assemblaggio durato ben tre giorni che offre a chiunque percorra le stradine del centro storico la possibilità di ammirare un presepe unico e straordinario. "Ho impiegato anni a raccogliere tutte le statuine e gli oggetti che lo compongono - spiega Stefano - A ogni Natale cerco di aggiungere qualcosa. L'allestimento si compone di due parti: una più 'povera', con la Natività classica, che progressivamente diventa sempre più ricca e moderna".

Viaggio nel tempo e nello spazio 

Un suggestivo viaggio nel tempo e in luogo diversi, da chiese e cattedrali a mulini, altalene e persino la riproduzione di una birreria, in mezzo a miniature animate indaffarate nella vita di tutti i giorni. Non manca la "chicca" di un dirigibile volante...

Il presepe si trova a Borbino in via Centrale, a soli cinque gradini dall'inizio del tratto Abbadia-Mandello (la seconda "tappa") del Viandante. "Mi piace l'idea che chiunque transiti da qui possa ammirarlo - prosegue Stefano - L'ho collegato a un sensore che dalle 9 alle 22 accende l'illuminazione (con veri e propri mini-lampioni, ndr) al passaggio di ogni persona". L'allestimento rimarrà visibile sino a dopo l'Epifania.

Video popolari

Il maxi presepe sul Sentiero del Viandante è un suggestivo viaggio nel tempo

LeccoToday è in caricamento