Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità Piazza Armando Diaz

Minacce al sindaco Gattinoni: «Non ho voluto dare troppo peso. Grazie per la solidarietà»

Il primo cittadino ha ricevuto la solidarietà di alleati e avversari a livello politico

La scritta apparsa in via Bolis

È il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni l'ultimo a scrivere di proprio pugno un messaggio relativo alle scritte minacciose apparse venerdì sulla vecchia palestra di via Bolis, nel rione di Malavedo. Il primo cittadino ha utilizzato i social network per ringraziare della solidarietà ricevuta da più fronti, politicamente alleati e avversari, durante il fine settimana.

Minacce di morte al sindaco, Valsecchi (ApL): «Gli imbecilli sono imbecilli. Solidarietà a Gattinoni»

«Cari lecchesi,

ho preferito non commentare direttamente la vicenda delle scritte di Malavedo: questo avrebbe significato dare troppo peso (e soddisfazione) a un gesto circoscritto, pur trattandosi certamente di un episodio da stigmatizzare frutto di un'atmosfera nostalgica di epoche buie.

Non potevo, però, tralasciare di esprimere la mia profonda gratitudine per tutti gli attestati di solidarietà ricevuti da venerdì. Pertanto desidero ringraziare di cuore tutti per la vicinanza trasversale: dal Sindaco di Stazzema a quello di Capaci, passando per ANCI Lombardia, i Sindaci della nostra provincia, ANPI Provinciale di Lecco, le organizzazioni sindacali, le Istituzioni, i partiti a tutti i livelli e i loro esponenti di ogni colore politico, le associazioni e i movimenti. E soprattutto tanti cittadini comuni che mi hanno scritto, telefonato, fermato per strada... e che ora stanno venendo in Comune per sottoscrivere la proposta di legge.

Con serenità d'animo e fermezza d'idee, andiamo avanti!

presentazione masterplan strategico lecco 23 febbraio 20215 Mauro Gattinoni-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce al sindaco Gattinoni: «Non ho voluto dare troppo peso. Grazie per la solidarietà»

LeccoToday è in caricamento