«Massima informazione, parchi giochi chiusi, consegna a domicilio di spesa e farmaci»

La Conferenza dei sindaci di 7 comuni dell'Olginatese e Valle San Martino illustra le diverse azioni messe in campo nei giorni dell'emergenza contro il coronavirus. L'appello principale è sempre di più: «Restate a casa». Attivato anche un servizio di supporto psicologico

Il municipio di olginate, uno dei sette Comuni che aderiscono al Tavolo permanente dei sindaci.

Continuano gli appelli da parte di sindaci e amministratori per restare a casa. Poco fa il tavolo permanente dei sindaci della Valle San Martino e dell'Olginatese ha ribadito questa richiesta a tutti i cittadini, ricordando inoltre le iniziative messe in campo sul territorio in queste giornate di emergenza contro il coronavirus. La "Conferenza" coinvolge i comuni di Calolzio, Olginate, Carenno, Erve, Monte Marenzo, Vercurago e Valgreghentino.

Al momento niente sanificazione di strade e luoghi pubblici

«In questi giorni difficili per il nostro Paese, ci stiamo coordinando per realizzare una serie di iniziative rivolte ai nostri cittadini - si legge nella nota diffusa da Marco Passoni, sindaco di Olginate - 1) L’informazione, attraverso comunicati quasi quotidiani; 2) gli appelli a restare a casa; 3) La predisposizione di servizi per la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci; 4) Garantire la funzionalità degli uffici comunali (con i servizi essenziali); 5) La continuità nella gestione dei rifiuti; 6) La sospensione di alcuni servizi pubblici (biblioteca, scuole, centri anziani, centri raccolta rifiuti, attività sportive); 7) La chiusura dei parchi giochi. La Conferenza invita tutti i cittadini anche se non espresamente vietato a limitare/evitare le uscite per svolgere attività motoria o altre attività non strettamente necessarie in questo periodo».

Sanificazione strade contro il Covid-19? L'assessore lecchese Dossi: «In corso una verifica»

La Conferenza ha anche stabilito il rinvio di tutte quelle attività «al momento non supportate da evidenze scientifiche degli organi superiori, come pulizia disinfettante delle strade e spazi pubblici». Dunque per ora in questi comuni, diversamente dalla scelte intraprese nelle vicine Garlate e Pescate, non sono in programma interventi di sanificazione.

«La Conferenza informa che su tutto il territorio provinciale in collaborazione con l’ASST Lecco e la Fondazione don S. Caccia è stato attivato un servizio di supporto psicologico - spiegano inoltre i sindaci dei sette comuni - Per accedere al servizio è necessario prendere contatti con l’assistente sociale del proprio comune. I sindaci sono in continuo contatto e pronti ad assumere tutte le decisioni utili per il territorio, nel rispetto delle indicazioni delle autorità sanitarie ed amministrative superiori».

Restrizioni sulla ciclopedonale: a Garlate e Pescate passano solo i residenti a determinate condizioni. E multe fino a 500 euro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

  • Lombardia, Fontana annuncia: «Siamo in zona arancione, a breve la decisione del governo». Cosa cambia

  • Furgone si ribalta all'interno di una galleria: lunghe code sulla Statale 36, chiuso il tratto di Perledo

Torna su
LeccoToday è in caricamento