Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità Monte Marenzo / Via Gian Maria Marenzi, 2

La natura sale in cattedra alla scuola "Senza zaino" di Monte Marenzo

Gli alunni della primaria hanno partecipato con le insegnanti e il sindaco alla giornata "La Terra siamo noi" piantumando un ciliegio e affrontando i temi della sostenibilità

C'era anche la scuola primaria di Monte Marenzo tra quelle che hanno celebrato a livello nazionale il "Senza Zaino Day". Una giornata dedicata alla terra e ai suoi doni, all'ambiente e alla natura, durante la quale i piccoli alunni hanno anche piantumato un ciliego nel giardino dell'istituto.

Dopo aver dato il benvenuto alla Dirigente scolastica Luisa Zuccoli, al sindaco Paola Colombo e all'assessore all'Istruzione Franco Spreafico ascoltando i loro interventi, i bambini hanno presentato i lavori realizzati nei laboratori concludendo poi la mattinata con un inno alla bellezza del Creato, dal titolo “Meraviglioso è”. Spazio poi a nuove riflessioni in classe sempre sui temi green.

Scuola zaino ingresso-2

Quella di ieri è stata dunque una lezione speciale, tenuta in una scuola - l'Abele Colombo di Monte Marenzo - che è stata la prima in provincia di Lecco ad entrare ufficialmente a far parte della Rete di istituti promotori del questo modello educativo "Senza Zaino".

Scuola zaino albero-2

In una lettera ai genitori, le insegnanti hanno illustrato motivazioni e obiettivi di questo "Senza Zaino Day" organizzato in un anno particolarmente difficile a causa del covid. «Il tema scelto per questo anomalo anno scolastico non poteva che essere la nostra casa comune, la Terra, protagonista assoluta della nostra giornata e delle attività svolte - hanno spiegato le docenti della primaria - Un tema obbligato in un lunghissimo anno in cui tutti abbiamo sperimentato l’esperienza della pandemia, un evento imprevedibile che ha avuto la forza di sconvolgere le nostre vite. Pur così piccoli, anche i bambini e le bambine hanno compreso che ci sono pericoli che mettono a rischio il loro futuro. Allora è importante elaborare questa esperienza, conoscere quello che la scienza ci mette a disposizione per esplorare e capire quali azioni, strategie, scelte quotidiane possono aiutare noi e la nostra casa comune a vivere in armonia, rispettando la grande comunità della vita in cui siamo immersi, insieme agli animali ed alle piante».

Scuola zaino-2

A Monte Marenzo un omaggio in musica alla scuola che resiste

Agli alunni è stata così spiegata l'importanza di adottare stili di vita sostenibili, di fare scelte quotidiane che rispettino l’ambiente, di conoscere le conseguenze delle nostre decisioni. «Tutto ciò significa assumere la responsabilità, che è di tutti e di ciascuno, di curare il nostro Mondo e di lasciare a chi verrà dopo di noi una casa comune in buone condizioni».

"Siamo noi questo chicco di grano"

Scuola zaino 4 sindaco-2

“Siamo noi questo chicco di grano” è stato il sottotitolo del Senza Zaino day. «Esso segnala la speranza rappresentata dai bambini e dalle bambine di oggi che salveranno il mondo di domani - hanno scritto inoltre le insegnanti nella lettera rivolta a mamme e papà - Il loro presente è nelle nostre aule, nelle ore che trascorriamo insieme a scambiarci esperienze, vita, saperi. La visione di "Senza Zaino" già contiene in sé i semi del cambiamento. La responsabilità verso sé stessi, gli altri, la natura, gli esseri viventi è una fonte di ispirazione per gli alunni e le insegnanti. La comunità della vita è quella nella quale tutti ci muoviamo, che ci alimenta e ci mette a disposizione le risorse per la stessa esistenza. Ma oggi abbiamo ben chiaro che le risorse non sono infinite, che solo in una prospettiva di sviluppo sostenibile la comunità della vita potrà avere un futuro».

Scuola zaino MMarenzo-2

Quella di ieri è stata la prima partecipazione della scuola elementare di Monte Marenzo al Senza Zaino Day. «Abbiamo programmato perciò attività semplici, ma crediamo significative, culminate in un atto di grande valore simbolico: la piantumazione di un nuovo albero nel giardino della nostra scuola - ha commentato l'insegnante Ilaria Bonaiti - La particolare situazione contingente ci ha purtroppo impedito di aprire anche ai genitori la scuola, come ci sarebbe piaciuto fare. Abbiamo comunque cercato di promuovere anche all'esterno i valori dell'iniziativa, sapendo che mamme e papà ci hanno accompagnato con il pensiero. E comunque è stato significativo ed emozionante ritrovarsi tutti insieme come scuola dopo ben 17 mesi dall'ultima volta - ha concluso Ilaria Bonaiti - Gli alunni hanno dimostrato interesse e partecipazione e anche noi insegnanti siamo rimasti molto contenti».

Settimana dei Valori a Calolzio, i volontari salgono in cattedra anche in Dad

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La natura sale in cattedra alla scuola "Senza zaino" di Monte Marenzo

LeccoToday è in caricamento