menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I navigator e i dirigenti di Anpal e del Centro per l'impiego

I navigator e i dirigenti di Anpal e del Centro per l'impiego

Arrivano da tutta Italia i "navigator" per i 500 lecchesi che percepiscono il reddito di cittadinanza

Presentate le nove figure professionali che dovranno affiancare i beneficiari della misura a Lecco. Altre tre opereranno a Merate. Panzeri: «Così potenziamo il Centro per l'impiego»

Arrivano in gran parte dal Meridione, con un'età media di 36 anni: sono i nove navigator che opereranno al Centro per l'impiego della Provincia di Lecco, con un compito specifico: prendere in consegna i circa 500 lecchesi beneficiari del reddito di cittadinanza.

I nove, che diventano dodici considerando Merate, sono stati presentati mercoledì pomeriggio alla presenza dei referenti di Anpal, Servizi per informazioni preliminari e organizzative, del consigliere provinciale delegato Giuseppe Scaccabarozzi e del dirigente del Cpi Roberto Panzeri. Giungono a Lecco da Monza, Trieste, Roma, Reggio Calabria, Messina (due) ed Enna (due).

Reddito di cittadinanza, un numero di telefono per saperne di più

«Il loro compito sarà la presa in carica del soggetto - ha spiegato Panzeri - Valutare le sue potenzialità, inserirlo in un determinato percorso e verificare sul territorio le disponibilità con agenzie private e parti sociali. Al momento la difficoltà è data dall'avere un quadro soltanto parziale delle richieste delle aziende, perché il portale in cui dovrebbero incrociarsi le domande e le offerte non è ancora disponibile. A questo ovviamo in parte noi come Centro per l'impiego, con un portfolio di circa 2.000 aziende su 24mila nel territorio. Di una cosa siamo sicuri: da noi, con un tasso di disoccupazione al 5%, il lavoro non manca».

Reddito a Lecco, media di 468 euro

I beneficiari lecchesi del reddito di cittadinanza sono circa 500, contro un'iniziale previsione di 7.500 unità. Per il 63% si tratta di persone già conosciute al Centro per l'impiego. L'importo medio percepito (dallo scorso aprile) è di 468 euro. I navigator, che fisicamente lavoreranno - come collaboratori - ai Centri per l'impiego di Lecco e Merate, andranno a potenziare un organico che attualmente conta su 27 operatori dipendenti. Al termine del triennio ne saranno stabilizzati altri 11, «ma per l'immediato futuro ne sono stati assegnati 514 alla regione Lombardia - prosegue Panzeri - per cui, indicativamente, a Lecco ne dovrebbero giungere altri 22. Fino a oggi avevamo potenziato i servizi, ora potenzieremo direttamente il Centro per l'impiego ed è un passaggio importante per il mondo del lavoro nel territorio».

Soddisfazione è stata espressa anche dal consigliere Scaccabarozzi. «I navigator vanno a sostituire l'esternalizzazione del servizio e siamo pronti ad accoglierli. Dovranno avere il tempo di conoscere il territorio ma possono considerarsi contenti di essere stati assegnati a Lecco, un ambiente dinamico grazie all'impegno del dirigente Panzeri e dei suoi collaboratori nel creare nuove opportunità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento