menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Raffaele De Corato BONACINA/LECCOTODAY

Raffaele De Corato BONACINA/LECCOTODAY

Operazione anti-'ndrangheta, De Corato e Cattaneo plaudono: «Era un business milionario»

Gli assessori si complimentano con le Forze dell'Ordine per la maxi operazione che ha coinvolto varie zone lombarde e ha avuto il Lecchese come epicentro

Gli assessori regionali Riccardo De Corato (Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale) e Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima) hanno espresso «soddisfazione per l'operazione della DDA di Milano e del Gico della Guardia di Finanza di Lecco» che - hanno detto - «ha permesso di sgominare un'importante organizzazione mafiosa dedita al traffico illecito di rifiuti, un vero e proprio business milionario».

«I bandi per l'acquisto di telecamere e l'istituzione all'interno delle Polizie locali dei nuclei di Sicurezza Urbana e di Tutela Ambientale - ha ricordato De Corato - diventano pertanto fondamentali. Nei prossimi giorni incontrerò i comandanti delle Polizie locali per fare il punto sui Nuclei. Strutture nate per interventi a sostegno della sicurezza urbana anche per casi specifici, quali il contrasto ai reati ambientali, che stanno dando i risultati attesi».

Traffico di rifiuti, riciclaggio, usura, falsa fatturazione e truffa: le mani della Polizia su dieci membri della 'ndrangheta lecchese

«Patologia da contrastare con ogni mezzo»

«Ringrazio le Forze dell'ordine e la magistratura - ha dichiarato l'assessore all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo - che, attraverso controlli attenti sul territorio, sono riusciti a individuare il traffico illecito di rifiuti, tra cui quelli di tipo pericoloso. Le indagini dimostrano come nel campo degli illeciti ambientali e nel traffico illegale di immondizia ci siano figure che tendono a ripete in modo seriale i loro comportamenti non legali».

«La patologia nella gestione dei rifiuti - ha sottolineato Raffaele Cattaneo - va contrastata con ogni mezzo. Ribadisco, come già proposto lo scorso anno, che sarebbe opportuno disporre di una black list di soggetti che hanno tenuto simili comportamenti, affinché gli organi competenti per le autorizzazioni amministrative possano tenerne adeguatamente conto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento