rotate-mobile
Attualità Nibionno

Quintali di rifiuti abbandonati a lato della Statale 36, i volontari ripuliscono

Il sindaco di Nibionno Laura Di Terlizzi: "Ringrazio di cuore i Green Boys per questo utilissimo intervento concordato con il Comune, c'era davvero di tutto"

Volontari all'opera a Nibionno per ripulire i rifiuti abbandonati nei pressi della Statale 36. Sono stati davvero tanti gli scarti - dalle bottiglie ai copertoni delle auto, dagli elettrodomestici a Tv, ingombranti e altro ancora - rimossi dal gruppo dei Green Boys in accordo con il Comune. Oltre una trentina di sacchi e alcuni quintali di immondizia varia prontamente raccolta e suddivisa per avviarla allo smaltimento.

Un importante intervento a difesa dell'ambiente che testimonia però quanto sia attuale e allarmante il problema dei rifiuti selvaggi lasciati nei pressi di boschi e strade lecchesi. Da questo punto di vista una delle situazioni di maggiore inciviltà si verifica proprio lungo la SS36, tra svincoli e piazzali di sosta, dalla Brianza all'alto Lago.

Volontari pulizia-2

"Esprimo un sentito grazie nei confronti di questi ragazzi che hanno dedicato due giornate per rendere la rampa di accesso alla SS36 più pulita - ha commentato Laura Di Terlizzi, sindaco di Nibionno - Questo tratto di strada è di competenza e gestione di Anas, oltre a una tratta provinciale, la SS342 per l'innesto nella Como Lecco. Auspichiamo pertanto una maggiore sinergia per risolvere o quantomeno tentare di limitare queste azioni inaccettabili messe in atto da alcuni incivili".

Il vicesindaco si è poi impegnata a gestire lo smaltimento dei rifiuti accumulati. "Grazie dunque a questi bravissimi volontari che hanno dato dato una lezione di educazione civica e attenzione al bene pubblico. Organizzeremo altri momenti di pulizia del nostro territorio". I Green Boys entrati in azione sono stati una ventina, ma il gruppo raccoglie anche altri volontari residenti e operativi in diversi comuni della Brianza lecchese, da Nibionno a Molteno e altri ancora.

Laura Di Terlizzi-4

Laura Di Terlizzi, sindaco di Nibionno.

Il primo cittadino ha quindi ricordato che il fenomeno della spazzatura abbandonata a lato della SS36 si ripete purtroppo da tempo. "Da quando sono diventata sindaco, il 4 ottobre scorso, questa è stata la prima mobilitazione che abbiamo organizzato insieme ai Green Boys, in passato si erano già attivati anche i volontari del gruppo di Protezione civile - aggiunge Laura Di Terlizzi - È stato doveroso intervenire perchè la situazione stava diventando allarmante, quella rampa di accesso sembrava una discarica a cielo aperto. Come accennato su quel tratto di strada il Comune non ha competenza territoriale e per noi non è neppure semplice intervenire. Stiamo cercando di attivarci in sinergia con la Provincia e Anas per interventi periodici di pulizia e per un maggiore controllo".

Rifiuti strada-2

L'Amministrazione di Nibionno chiederà in particolare di collocare delle telecamere per la videosorveglianza allo scopo di individuare chi viene a gettare immondizia in modo selvaggio. "Si tratta di atti incivili che vogliamo contrastare - aggiunge il sindaco - Intanto è importante sottolineare la preziosa opera di pulizia svolta dai Green Boys. L'idea è venuta da loro e io ho colto subito e favorevolmente la  proposta: il loro lavoro si è rivelato molto utile anche da un punto di vista educativo, contro l'abbandono dei rifiuti e per l'ecosostenibilità. Hanno dato insomma una lezione di civiltà e senso civico".

Rifiuti 3-3-2

Il primo cittadino ha infine ricordato alcune delle tipologie di rifiuti raccolti: "C'era davvero di tutto: sedie, targhe di auto vecchie, televisori, ingombranti, bottiglie, pezzi di computer... Speriamo che tutto ciò non si ripeta. Ma intanto noi ci attrezzeremo per curare e provare a prevenire il fenomeno".

Rifiuti abbandonati, accanto ai binari ferroviari spunta persino un frigorifero

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quintali di rifiuti abbandonati a lato della Statale 36, i volontari ripuliscono

LeccoToday è in caricamento