Olginate celebra i diritti dell'infanzia, e le fake news finiscono dietro la lavagna

Successo per "Esprimiamoci", il corteo con pensieri e manifesti dedicati alla libertà di espressione e alla buona comunicazione. Protagonisti i bambini delle scuole su iniziativa di Piedibus, Istituto comprensivo, Tavolo adulti, Comune e associazioni. Domenica si replica

Un gruppo di bambini al via della marcia con i manifesti sui diritti.

"Prima di parlare informiamoci"; "Difendiamo il diritto di esprimere anche idee che non ci piacciono"; "Libertà di parola non vuol dire libertà di offendere"; "Si al dialogo". Sono alcune delle frasi più significative scritte sui manifesti portati oggi in corteo dai bambini delle scuole olginatesi. Come consuetudine, per la dodicesima edizione, i volontari del Piedibus di Olginate hanno infatti proposto anche quest’anno la Settimana dei Diritti, dal 18 al 24 novembre, organizzando in particolare due appuntamenti: la colorata manifestazione di questa mattina dal plesso di via Campagnola fino al municipio, e "Una strada per giocare" che andrà invece in scena domenica.

Olginate, l'asilo nido Arcobaleno diventa più grande e accogliente

In cattedra sono così saliti valori importanti che abbracciano i diritti di tutti, compresi quell'infanzia: la libertà di opinione, il rispetto delle idee di tutti, il contrasto all'informazione ingannevole e ostile. Oltre 270 i giovani alunni coinvolti, in particolare quelli delle elementari poi affiancati dai piccoli dell'asilo. Preziosa ancora una volta la collaborazione dei docenti dell'Istituto comprensivo guidato dalla dirigente Mariapia Riva, dei volontari delle associazioni (oggi in particolare alpini, Pro loco e Associazione Carabinieri), Tavolo Adulti, Scuolaboriamo, fino appunto al team del piedibus guidato da Silvia Cazzaniga e dall'instancabile Sergio Gilardi "Scintilla". Il tutto senza dimenticare il sostegno del Comune presente con il vicesindaco Marina Calegari, l'assessore Paola Viganò e il capogruppo di opposizione Riccardo De Capitani.

«In linea con il tema guida dell’Istituto “Non solo parole…” abbiamo voluto parlare della comunicazione, in ogni sua forma - commenta Silvia Cazzaniga - Anche il Tavolo Adulti si propone di partire da questo tema per le proposte sui diritti dell’Infanzia, declinandolo sul diritto dei bambini di esprimersi, rispettando i punti di vista degli altri. Giunti al 30° anniversario della Convenzione dei Diritti dei Bambini quest’anno si vuole infatti focalizzare l’attenzione sull’articolo 21 della Costituzione, in relazione agli articoli 13-14 della Convenzione sui diritti dell'infanzia, sulla libertà di parola e di espressione. Si ritiene indispensabile sensibilizzare la cittadinanza, a partire dalle giovani generazioni, sui temi della “buona comunicazione”, di una comunicazione non ostile e non violenta. La proposta è di rileggere in chiave moderna la Costituzione».

L'articolo 21 della Costituzione sale in cattedra

«Ai ragazzi è stata chiesta una lettura e una riflessione sui valori che ispirano queste normative - aggiungo gli organizzatori -dandone un’interpretazione attenta alle grandi innovazioni introdotte dalla rivoluzione digitale, e ai problemi correlati, quali la questione delle fake news, cioè dell’informazione ingannevole o distorta, il cyberbullismo, l’uso violento dei social e di modalità violente per comunicare, ritenute problematiche molto attuali in questo momento. La settimana dei diritti quest’anno è dal 18 novembre al 24 novembre 2019. Durante questa settimana i bambini e i ragazzi, dalla scuola dell'infanzia alla secondaria, saranno coinvolti nella riflessione sulle tematiche citate, con diversi tagli e proposte, in base all’età e alle scelte didattiche ed educative degli insegnanti».

La coordinatrice Silvia Cazzaniga: «Educhiamo tutti a confrontarsi senza atteggiamenti ostili»

Il Piedibus ha proposto una serie di sollecitazioni sul tema della comunicazione non ostile, offrendo ogni giorno alcuni spunti esposti anche all'ingresso della scuola elementare. «Oggi si è poi tenuta la vera e propria Marcia dei Diritti, in cui i bambini della scuola primaria, i ragazzi di prima della Secondaria e i rappresentanti delle varie associazioni del paese hanno marciato in una colorata e festosa marcia accompagnati dal gruppo musicale Rose Group - aggiunge Silvia Cazzaniga - Durante la marcia i bambini hanno esposto le loro #nonsoloparole sulle nuvolette realizzate durante la settimana a scuola. Giunti in municipio hanno presentato il lavoro fatto, che andrà in parte a riqualificare uno spazio pubblico vicino al municipio». I piccoli partecipanti hanno quindi composto una gigantesca frase a caratteri colorati sul tema, poi esposta sempre lungo via Colombo:  “Non sono d’accordo con quello che pensi, ma difendo il tuo diritto di esprimerlo”.

La vicesindaco Marina Calegari: «I diritti dei bambini vanno difesi ogni giorno»

Ai piccoli partecipanti è andato anche il saluto del vicesindaco, che si è complimenta con tutti per il lavoro svolto. «Siamo qui oggi per celebrare insieme la Giornata dell'Infanzia e dell'Adolescenza, in ricordo dell'accordo siglato nel 1989 quando 190 Nazioni hanno firmato questo patto per i diritti dei più piccoli, diritti che dovrebbero realizzarsi sempre, nella quotidianità di tutti - ricorda Marina Calegari - È importante che anche i bambini facciano sentire la loro voce su questo tema e la manifestazione di oggi è importante perchè va in questa direzione. Nel mondo purtroppo ci sono ancora tanti diritti violati, ed è giusto impegnarsi al massimo affinchè ogni bambino venga tutelato e reso felice».

Domenica 24 novembre "Una strada per giocare" con tablet e freccette: il programma

Domenica 24 Novembre ci sarà "Una Strada per Giocare", con un bellissimo gioco in cui i bambini riceveranno uno speciale “tablet”, in cui le “applicazioni” sono le numerose associazioni del paese coinvolte. Aprendo le varie “applicazioni” i bambini potranno godersi tanti giochi e molto divertimento, compreso un gigantesco lancio delle freccette di oltre sei metri e un calcetto balilla in cui possono giocare contemporaneamente 22 persone. In caso di maltempo la manifestazione si terrà presso la palestra delle scuole medie. L'appuntamento è per domenica dalle ore 14 alle 17 nella piazza del teatro Jolly.

Gli organizzatori

L’evento "Una Strada per Giocare" è organizzato dal Tavolo adulti grazie alla partecipazione di: Piedibus, Pro loco Olginate, Isola della Stupidèra, Avis, Scuolaboriamo, Auser, Gruppo Alpini, Il Gabbiano, Spettacolaree, Chitarfisa, Consulta Giovani, Sbandabrianza, Olginate del Fare, Gruppo Sportivo Oratorio, Aido, Amici Stall de Sot, Amici di Consonno, Rivivi S.Maria, Cooperativa Aurora, Gefo, Protezione Civile, Imea s.r.l., Sie s.r.l., Officina.0 biciclette, Heppenstall Olginate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento