rotate-mobile
Attualità Olginate

Da piedibus a "pulitobus", bambini e volontari raccolgono i rifiuti rendendo il paese più green

L'iniziativa a Olginate: tra gli scarti copertoni, bici e pure un grande osso. Silvia Cazzaniga: "L'idea è partita dai piccoli alunni. Dimostrano più senso civico di tanti adulti"

Da piedibus a... pulitobus. A Olginate una delle iniziative più apprezzate e partecipate diventa green. Durante i percorsi, i bambini delle scuole e i loro accompagnatori raccolgono anche i rifiuti che trovano per strada rendendo così la loro città più curata e pulita. L'iniziativa è appena decollata a Olginate, dove l'idea è stata lanciata proprio dai giovani alunni e sta guià dando i suoi risultati, anche da un punto di vista educativo.

"I bambini ti spiazzano sempre… perché l’idea è nata da loro, che ogni giorno camminando sulle linee del piedibus vedevano cartacce, mozziconi, bisognini dei cane e rifiuti di ogni genere sul percorso - racconta Silvia Cazzaniga a nome dello staff organizzativo del piedibus Olginate - Hanno iniziato per gioco a contare i rifiuti sul percorso e poi, dotati di maggior senso civico di molti adulti, hanno chiesto agli accompagnatori di poterli raccogliere. E gli accompagnatori non si sono tirati indietro, concordando sull’importanza di passare ai più piccoli il messaggio del rispetto dell’ambiente e del bene comune attraverso azioni concrete e piccoli gesti quotidiani".

Piedibus 3-2-2

Così è nata l’iniziativa - chiamata pulitobus per stare sul tema - che da un mese e mezzo vede protagonisti bambini e accompagnatori del piedibus. "Una volta alla settimana, il giovedì o il venerdì sul percorso di andata, ci si munisce di sacchi, pinze e guanti - continua Silvia Cazzaniga a nome degli adulti accompagnatori - I bambini segnalano il rifiuto, gli adulti lo raccolgono o mettono la bandierina in caso di “mina” sul percorso. Poi si arriva a scuola, a volte un po’ in ritardo, perché i bambini sono super osservatori e segnalano ogni minimo rifiuto che vedono, con sacchi pieni, a volte con rifiuti 'speciali', che mai ci si aspetterebbe di trovare sul marciapiede".

Piedibus osso-2

Ma qual è stato il rifiuto più strano? "Un grande osso, che i bambini hanno assicurato essere di dinosauro…" E il tipo di scarto più abbondante? "Sicuramente mozziconi di sigaretta… purtroppo se ne trovano a centinaia ogni volta sul percorso". Il rifiuto più triste? "Una bicicletta da bambina…perché non regalarla, si sono chiesti i bambini, anziché abbandonarla sul marciapiede?". E poi gli escrementi dei cani, i cerchioni delle auto, bottiglie di tutti i tipi, persino pizze ancora intere.

Piedibus bici-2

Il giorno del pulitobus il piedibus diventa un gioco, e quello che per qualche adulto pare così difficile - cioiè tenere pulito il proprio paese - per i bambini diventa un’occasione quasi divertente per insegnare a noi adulti le basi dell’educazione civica. "Con la speranza che l’esempio dei bambini scoraggi prima o poi comportamenti incivili che rendono brutto il nostro paese - aggiungono i volontari - Durante il piedibus però il tempo è limitato. E qualche volta si arriva a scuola anche un po’ in ritardo… per questo motivo il team del piedibus aderisce e partecipa volentieri alla Giornata del Verde pulito".

Piedibus mozziconi-2

Sabato 23 aprile si terrà la Giornata del Verde pulito

La Giornata del Verde pulito, organizzata dal Comune di Olginate, si terrà sabato 23 Aprile. Insieme ad altre associazioni e gruppi del paese dalle ore 9.00 alle 11.30, con partenza dalla Scuola Rodari, i bambini avranno infatti questa volta la possibilità di utilizzare quelle divertenti e “ambite” pinze per rifiuti, che la mattina devono però essere tenute dagli accompagnatori.

Piedibus 5-2-2

"Il 23 aprile aspettiamo quindi tutti i bambini del piedibus, ma anche i loro genitori, per dare un segno di responsabilità che prima o poi, ci auguriamo, scoraggerà comportamenti incivili e non più tollerabili che alimentano il degrado del nostro paese - conclude Silvia Cazzaniga - Con l’obiettivo che queste iniziative possano da una parte trasmettere in un contesto ludico la cura e il rispetto per il territorio in cui viviamo e che dall’altra inducano qualche adulto ad essere semplicemente più educato. Chi deturpa l’ambiente probabilmente non ha imparato a prendersene cura da bambino o, peggio, l’ha dimenticato crescendo. Noi siamo sicuri che i bambini del piedibus saranno dei futuri cittadini attivi, sicuramente più responsabili di tanti adulti di oggi. Vi aspettiamo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da piedibus a "pulitobus", bambini e volontari raccolgono i rifiuti rendendo il paese più green

LeccoToday è in caricamento