Olginate sempre più solidale, 30.000 euro raccolti in una settimana

In tanti stanno facendo donazioni o lasciando la spesa per le persone in difficoltà durante l'emergenza Covid-19. Oggi inizia la distribuzione delle mascherine. Il sindaco Passoni: «Una comunità solidale». Ma occorre tenere sempre alta la guardia: i contagiati sono 36

Il sindaco Marco Passoni (a destra) e il capogruppo di opposizione Riccardo De Capitani con le mascherine. Anche loro sono all'opera al fianco dei volontari (vedi altre foto sotto).

Nei giorni dell'emergenza Coronavirus la cittadinanza olginatese si dimostra estremamente generosa. Sono ben 30.000 gli euro donati in una settimana di attivazione del conto corrente pensato dal Comune, una sorta di fondo di solidarietà dove chi vuole può liberamente fare la propria offerta. Ad esso si unisce la "spesa solidale" con la quale i cittadini, grazie alla disponibilità di diversi negozianti, possono lasciare dei beni alimentari quando si recano a fare la spesa, a favore delle famiglie più bisognose: questi acquisti aggiuntivi vengono poi recapitati a domicilio dalla Protezione civile.

E sempre i volontari, nella giornata di oggi, sono al lavoro per consegnare le prime duemila mascherine, suddivise in pacchetti da due. Al momento verranno distribuite (quelle messe a disposizione dalla Regione) a coloro che ne hanno fatto richiesta, ma in queste ore il Comune sta provvedendo a reperirne altre. Intanto il pensiero va a chi sta continuando a lottare contro il Coronavirus: ad oggi i contagiati a Olginate sono saliti a 36, come spiegato nella dichiarazione rilasciata ieri sera dal sindaco Marco Passoni (nella foto sopra insieme a Riccardo De Capitani, capogruppo di opposizione. Entrambi sono al lavoro insieme ai volontari e ad altri colleghi in questi giorni di emergenza). 

«Alcuni degli olginatesi contagiati sono stati dimessi e hanno potuto rivedere i loro cari. Altri continuano a lottare in ospedale»

«Inizio l’aggiornamento segnalandovi che il numero dei nostri concittadini risultati positivi al tampone sale a 36 - ha fatto sapere ieri sera, mercoledì 8 aprile, il sindaco - La buona notizia è che alcuni di loro sono stati dimessi e hanno potuto “riabbracciare” i propri cari. Altri invece si trovano ancora in ospedale e continuano a lottare».

Silenzio e commozione per le vittime del Covid-19: cerimonie anche in Valle San Martino e nell'olginatese

Il primo cittadino ha quindi parlato della distribuzione delle mascherine e delle iniziative messe in campo in paese. «Nel pomeriggio di giovedì 9 aprile, inizia la distribuzione a domicilio delle mascherine fornite da Regione Lombardia per coloro che ne hanno fatto richiesta - ha precisato Passoni - Ricordo a tutti che è possibile richiederle contattando il numero 366/6872199 (8:30-12:30 e 14:00-16:00). Queste mascherine non coprono il fabbisogno di tutta la cittadinanza, ma come Comune ne stiamo reperendo altre che verranno messe di volta in volta a disposizione dei cittadini. Inoltre, gli esercizi commerciali del centro paese hanno a disposizione per i clienti che ne sono sprovvisti delle mascherine riutilizzabili confezionate da un gruppo di volontarie parrocchiali. Sempre nella giornata di giovedì 9 aprile si concluderà inoltre l’attività di pulizia e riordino del Cimitero».

C'è anche un servizio psicologico

E poi la buona notizia della grande dimostrazione di generosità. «La raccolta fondi "Solidarietà per Olginate" prosegue, dimostrando che Olginate è prima di tutto comunità, che si aiuta e si dona: ad oggi sono stati raccolti 28.305,00 Euro (la cifra è salita a quota 30.000 oggi ndr). Ringrazio chi ha già donato e chi vorrà donare - ha aggiunto Marco Passoni - Ringrazio inoltre tutte le persone che stanno aderendo all’iniziativa Spesa Solidale: abbiamo già consegnato le prime spese donate dagli olginatesi. Permettetemi di ringraziare le dottoresse Maria Condina e Isabella Marchetti che si sono rese disponibili per offrire un servizio di supporto psicologico rivolto ai cittadini che ne sentissero la necessità. Vi invito a consultare il sito e la pagina Facebook del Comune per maggiori informazioni e modalità di accesso. Infine, sarò ripetitivo, ma vorrei concludere con un grande grazie ai volontari che si stanno occupando delle consegne a domicilio (spesa e farmaci), della pulizia del cimitero e del confezionamento delle mascherine. Grazie ai factotum che sono pronti a qualsiasi servizio, dall’assistenza telefonica alla preparazione delle spese. Grazie ai commercianti che non ci fanno mancare nulla nonostante le difficoltà del momento».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proseguono intanto le attività e i servizi coordinati dal Centro Operativo Comunale. I numeri di telefono da contattare in caso di qualsiasi necessità sono:
- 0341 655692 e 0341 655693 dalle 09 alle 13 dal lunedì al venerdì.
- 339 4254425 sempre attivo a qualsiasi orario e in qualsiasi giorno per emergenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

  • Manifesto accusa Fasoli: «Come Pinocchio». Il sindaco: «Alle urne abbiamo visto tutti come è andata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento