rotate-mobile
Le misure / Alto e Basso Lago / Via per Esino

Troppo turismo sul lago: ecco più vigilanza e migliore comunicazione

In Prefettura è stato affrontato il tema dell'overtourism che tocca soprattutto la stazione di Varenna-Esino-Perledo

Il problema dell'overtourism è presente e pressante nell'Alto Lario lecchese. Nel corso del fine settimana si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica richiesta dal sindaco di Varenna per esaminare le criticità che interessano sempre più frequentemente la stazione ferroviaria di Varenna-Perledo-Esino visto l’importante afflusso turistico degli ultimi mesi. Presenti, oltre ai sindaci di Varenna e Perledo, anche il vicesindaco di Lecco, il presidente della Provincia, i vertici provinciali delle Forze di polizia e Trenord.

Troppo turismo è un problema: più treni e ticket a Perledo

Il prefetto ha introdotto l’incontro “ridefinendo la cornice entro la quale va inquadrata la problematica in esame, che ha natura gestionale-organizzativa, legandosi per lo più alle dimensioni sottordinate dell’infrastruttura, inidonee ad accogliere l’eccezionale flusso di turisti che vi accede, e al suo carattere di stazione impresenziata, ossia priva di personale dedicato che possa anche veicolare le informazioni ai viaggiatori”. In soldoni: la piccola stazione che si trova tra lago e monti non è in grado di reggere la pressione, fattore che si somma alla mancata presenza di guide che possano dare delle indicazioni a coloro che giungono nell'Alto lago.

Più treni per raggiungere il lago

“La problematica - ha osservato Pomponio dopo lo svolgimento degli interventi - richiede azioni coordinate e multilivello, tese a reimpostare l’infrastruttura in coerenza con l’elevata valenza strategica della località, con l'obiettivo di migliorarne l'accoglienza e la fruibilità, garantendo al contempo la sicurezza e il comfort dei viaggiatori. Nella direzione del riconoscimento di tale valenza si colloca, peraltro, l’incremento del numero delle corse ferroviarie da e per Varenna, disposto da Trenord per mitigare le difficoltà rilevate”.

Nel corso dell’incontro è emersa anche l’importanza “che i due Comuni concorrano con Trenord a potenziare i canali di comunicazione rivolti ai turisti, per lo più stranieri, con particolare attenzione alla diffusione di informazioni utili, in più lingue, per facilitare l'accesso e l'utilizzo dei mezzi di trasporto”. Nell’immediato il prefetto ha disposto l’intensificazione dell’attività di vigilanza delle forze di polizia nell’ambito del controllo coordinato del territorio, assicurando “che sarà altresì richiesto un aumento dei servizi a bordo treno, lungo quella tratta”.

Pomponio, ribadendo l’impegno “a lavorare in stretta collaborazione con tutte le parti coinvolte”, ha preannunciato una riunione allargata a ulteriori interlocutori “per assicurare la sicurezza della circolazione ferroviaria e di tutti i viaggiatori e turisti che frequentano il territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo turismo sul lago: ecco più vigilanza e migliore comunicazione

LeccoToday è in caricamento