menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lecco piange la scomparsa di padre Roby Donghi, missionario morto a 48 anni

Il Comune: «Era completamente al servizio degli altri»

È stato un maledetto tumore a portarsi via, nella notte tra giovedì e venerdì, padre Roberto Donghi, sacerdote che era prossimo al traguardo dei 49 anni. Dopo gli anni di seminario a Sotto il Monte e a Monza il 13 giugno 1999 era ordinato sacerdote nel duomo di Milano, come prete del Pime.

Aveva trascorso i primi tre anni in Italia, a Villa Grugana, a fare animazione missionaria e, dopo un breve periodo in Portogallo per lo studio della lingua, nel 2003 era partito per la Guinea Bissau. Fino al 2009 era stato presente all'interno della missione di Catiò, occupandosi dei progetti delle scuole e delle cooperative per la coltivazione del riso.

Ad aprile 2011 si era trasferito nella missione di Bubaque, sulle isole Bijagos, un arcipelago della Guinea Bissau; al termine dell'esperienza aveva fatto rientro in Italia per motivi di salute e da inizio aprile era ospite nella struttura di Rancio.

Il cordoglio del sindaco Gattinoni

Il messaggio del sindaco di Lecco Mauro Gattinoni:

«Padre Roby per molti giovani lecchesi è stato testimone di vita ed esempio di una scelta coraggiosa, quella di mettersi totalmente a servizio degli altri. Con il suo spirito di concretezza e l’inarrestabile coinvolgimento che lo caratterizzava, il mio ricordo di padre Roby è quello di un vero punto di riferimento per la Pastorale Giovanile di Lecco. Mi unisco al cordoglio della comunità per questa triste perdita».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento