Valmadrera, anticipata l'apertura del parcheggio di Parè: è già fruibile

L'area è stata ritoccata profondamente nell'ambito dei più generali lavori di “Riqualificazione aree a lago in località Parè in Comune di Valmadrera - Lotto 1A - Parco Urbano”

L'area, già aperta al pubblico

A partire dal pomeriggio di giovedì 20 agosto è stato aperto il nuovo parcheggio eseguito dall'Amministrazione Comunale, nell'ambito dei più generali lavori di “Riqualificazione aree a lago in località Parè in Comune di Valmadrera - Lotto 1A - Parco Urbano”. Il parcheggio pubblico, che si colloca in adiacenza della "Casetta del sorriso" e della sede del Circolo Velico Tivano, ha accesso dal nuovo tracciato della ex SP 583 - Lecco-Bellagio, ora viale intitolato alla memoria del Card. Carlo Maria Martini. La dotazione prevede un numero di 55 posti auto (di cui due destinati ai disabili), disposti a doppio pettine lungo i corselli dimensionati per doppio senso di marcia.

L’uso del verde, che si provvederà a breve a consegnare ma che è temporaneamente ancora recintato a fronte dell'esigenza di provvedere alle ultime operazioni di sistemazione definitiva, in questo nuovo spazio è inteso sia per mitigare l’intervento di pavimentazione carrabile che per creare continuità col pratone esistente a lago, nonché per fornire apporto di ombreggiatura al parcheggio stesso: i posti auto sono infatti intervallati da filari di alberi e le zone di risulta contermini alla viabilità stradale sono trattate con essenze arbustive dalla funzione frangisole. La continuità con il parco è garantita da un collegamento diretto, protetto da dissuasori per impedire l’accesso alle automobili.

Cantiere chiuso entro un mese

Il cantiere dei lavori generali andrà poi a concludersi, come da cronoprogramma peraltro anch'esso condizionato dall'imprevedibile stop generale alle attività derivato dalla sopravvenuta emergenza sanitaria Covid-19, entro la prima metà di settembre.

Contestualmente all'apertura del parco verranno quindi resi fruibili, oltre al verde, anche i nuovi percorsi pedonali realizzati sull'area che - considerato l'arretramento dell'asse stradale messo in atto con precedente lotto d'intervento, nella misura in cui le aree a monte e a valle della strada sono state unite in un unico spazio - renderanno più sicuro per i pedoni lo spostamento all'interno dell'ambito oggetto d'intervento, anche e soprattutto in funzione della prossimità con il lago e delle attività turistiche e ludico sportive correlate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento