rotate-mobile
La novità / Centro storico / Viale Dante Alighieri

Il passaporto si fa in Posta: la rivoluzione parte d'estate

Gli uffici postali di tutta Italia a supporto di un sistema sempre sotto pressione

Il passaporto si potrà fare anche in Posta. A partire dal mese di luglio il servizio di richiesta e rinnovo passaporti sarà disponibile in tutti gli uffici postali d’Italia. Lo ha annunciato il direttore generale di Poste Italiane Giuseppe Lasco al termine di un incontro con il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi sull’avanzamento del progetto Polis di Poste Italiane.

“La grande novità è che da luglio, conclusi i necessari passaggi normativi - ha dichiarato il diggì - questo servizio interesserà progressivamente gli Uffici Postali di tutta Italia, senza distinzioni tra piccoli e grandi centri”. Polis, ha aggiunto Lasco, “procede spedito, a oggi abbiamo già avviato 2.400 interventi e completato oltre 1.500 Uffici Postali in tutt’Italia. Su indicazione del Ministero dell’Interno ci siamo fatti parte attiva per l’estensione del servizio di richiesta dei passaporti a supporto delle Questure e dei Commissariati, dallo scorso marzo abbiamo registrato più di 350 richieste sui 31 uffici postali in cui il servizio è attivo ed entro fine mese saranno già operativi oltre 130 uffici postali. Mi piace ricordare che oltre l’80% dei cittadini ha richiesto la consegna a casa del passaporto tramite Poste Italiane, con un risparmio di tempo e spostamenti importanti anche e soprattutto per l’ambiente”.

L'accordo Questura-Anps

Una convenzione tra la Questura di Lecco i poliziotti in pensione Anps per accelerare i tempi di rilascio dei passaporti. Ritardi e complicazioni burocratiche nel rilascio dei documenti di viaggio hanno infatti interessato anche il territorio lecchese: ecco allora un'iniziativa concreta che può essere d'aiuto per risolvere il problema.

Nella mattinata di oggi, martedì 16 aprile, hanno infatti preso servizio presso l’ufficio Passaporti della Questura cittadina i poliziotti dell’A.n.p.s. sezione di Lecco a seguito dell'iniziativa del questore Ottavio Aragona che ha sottoscritto una convenzione con i volontari della stessa Associazione nazionale Polizia di Stato. Dal martedì al giovedì, dalle ore 8.30 alle 11.30, i volontari si occuperanno dell'assistenza al personale dell'Ufficio Passaporti e cureranno l'accoglienza dell'utenza che si recherà agli sportelli per le richieste di rilascio e ritiro dei documenti di viaggio.

L'agenda prioritaria

Il personale volontario è dotato di apposita pettorina dell’Anps che li renderà riconoscibili dall’utenza. "Si tratta di un percorso di prossimità intrapreso con i volontari dell’Anps per garantire al cittadino un servizio sempre migliore" - fanno sapere dalla questura, dove è stata attivata dal ministero dell'Interno una nuova procedura on line per il rilascio del passaporto, prevedendo accanto all’agenda ordinaria una seconda Agenda prioritaria che consente di gestire in modo più efficace gli appuntamenti per le richieste del passaporto.

Il nuovo canale di prenotazione on-line, disponibile sulla piattaforma https://passaportonline.poliziadistato.it offre al cittadino che abbia la necessità di ottenere il passaporto entro 30 giorni per viaggi connessi a motivi di lavoro, studio, turismo o salute la possibilità di richiedere un "Appuntamento prioritario", tale da consentirgli di ricevere il documento di viaggio in tempi compatibili con le sue esigenze. Richiesto l’appuntamento, il cittadino dovrà presentarsi nel giorno e nell’orario indicati presso l’Ufficio Passaporti, portando con sé anche la documentazione attestante l’esigenza di rilascio del passaporto in via prioritaria.

Il potenziamento del personale dedicato

La Questura di Lecco ha proceduto altresì ad attivare un ulteriore sportello con l'aumento del personale dedicato, estendendo gli orari di apertura al pubblico che sono indicati nel sito web della Questura (clicca qui per i dettagli), insieme alle istruzioni necessarie per la compilazione della domanda e per la documentazione relativa al rilascio del passaporto. Per coloro che hanno la necessità di partire nei successivi quindici giorni è prevista un’ulteriore procedura, esclusivamente dedicata tramite l'Agenda Online, con la possibilità di ottenere il passaporto entro due settimane, presentandosi negli orari mattutini direttamente agli sportelli dedicati.

"Nel caso di priorità - ganno sapere infine gli uffici della questura - verrà richiesta la presentazione del modulo di autocertificazione, scaricabile on-line, con la documentazione necessaria a sostegno della richiesta. L'eventuale mancata conformità ai requisiti comporterà il rifiuto della richiesta e l'invito alla presentazione ordinaria. Non verranno accettate presentazioni spontanee allo sportello, se non attraverso le procedure sopra indicate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il passaporto si fa in Posta: la rivoluzione parte d'estate

LeccoToday è in caricamento