Attualità

Dopo Conti anche De Capitani sollecita dati sulle vaccinazioni: «Più informazioni ai sindaci»

Il sindaco di Pescate ha scritto una lettera ad Ats: «Io sono meno paziente del mio collega, se non rispondono entro una settimana dandomi gli elenchi mi presento di persona in sede»

Dante De Capitani, sindaco di Pescate.

Dopo Beppe Conti, anche Dante De Capitani. Un altro sindaco sollecita alle autorità competenti maggiori informazioni in merito alla campagna vaccinale in riferimento alla situazione dei propri cittadini, in particolare anziani e fasce più deboli della popolazione.

«Per ben tre volte il sindaco di Garlate ha gentilmente richiesto, da quel signore che é,  ad Ats Brianza gli elenchi dei suoi over 80 da vaccinare, al fine di mettere in campo iniziative di sostegno e ha ricevuto solo risposte evasive - dichiara Dante De Capitani, sindaco di Pescate - Condividendo in toto la presa di posizione di Beppe Conti di Garlate, la stessa richiesta l'ho fatta oggi io stesso che ho molta meno pazienza del collega, richiedendo all'ufficio sindaci e al direttore generale di Ats Brianza l'elenco degli anziani da vaccinare per quanto riguarda Pescate».

«Cittadini e anziani si rivolgono a noi, chiediamo i dati necessari per rispondere»

Sia il primo cittadino di Garlate che quello di Pescate chiedono in generale di coinvolgere di più i sindaci in questa delicata e importante fase della campagna vaccinale anticovid. E nel caso di ritardi nelle risposte alle informazioni richieste tramite la lettera inviata oggi, 16 marzo, De Capitani è pronto a presentarsi di persona agli uffici di Ats.

Lettera Dante-2

«Trovo incomprensibile che un sindaco, autorità sanitaria locale a cui la legge attribuisce la responsabilità della salute dei propri cittadini, non sia messo in condizione di esercitare compiutamente il proprio ruolo e debba "elemosinare" importanti  informazioni che gli sono dovute - attacca De Capitani - In questo periodo di pandemia noi amministratori comunali abbiamo grosse responsabilità nei confronti dei nostri cittadini, e degli anziani in particolare, i quali si rivolgono ai sindaci per conoscere procedure e date di somministrazione del vaccino, ma non abbiamo informazioni a riguardo».

Da qui l'affondo del sindaco pescatese: «A questo punto o mi danno l'elenco degli anziani che si sono iscritti alla procedura vaccinale, e me lo danno entro una settimana, o me lo vado a prendere io direttamente a Monza, presentandomi negli uffici di Ats e non esco di lì fino a quando ottengo quel che mi spetta. Credo di aver dimostrato in questi anni che non sono tipo che si ferma davanti ai muri di gomma. A maggior ragione quando si tratta della salute dei miei cittadini, in particolar modo quelli più fragili».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Conti anche De Capitani sollecita dati sulle vaccinazioni: «Più informazioni ai sindaci»

LeccoToday è in caricamento