rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità Valmadrerese e Riviera Ovest / Via Alzaia

La ronda del sindaco con il suo pitbull Rox: "Serata tranquilla, ma continuerò"

De Capitani ha iniziato i controlli contro vandali e malintenzionati: "Ringrazio chi ha voluto unirsi a me. Questa sera si torna"

"Ieri sera alle 20,50 io e il mio cane Rox siamo arrivati in via Alzaia come avevo annunciato, per pattugliare la via presa di mira da qualche settimana da una banda di balordi. È stata una serata tranquilla, ma continuerò con i controlli". Dante De Capitani, sindaco di Pescate, commenta così la prima ronda serale da lui compiuta in zona lago insieme al suo pitbull Rox dopo la segnalazione della presenza di alcuni vandali e malitenzionati che nelle scorse sere avevano perfino seguito e spaventato due donne.

"Credevo ci fosse almeno una pattuglia di Carabinieri o Polizia di Stato a presidiare la zona, invece nulla - aggiunge De Capitani - Ma non sono rimasto solo visto che è venuto ad accompagnarmi, ed è rimasto con me per tutto il tempo, il sindaco di Galbiate Giovanni Montanelli, il consigliere comunale Elio Valsecchi e due agenti in borghese del Comando intercomunale Pescate Garlate, mandati dal comandante Chiara Fontana. È stata una serata tranquilla, ci siano fermati a parlare con i residenti, con alcuni membri dell'associazione dei Papà di Pescate che avevano una riunione proprio in via Alzaia dove hanno la sede, e abbiamo controllato le sponde a lago e i parcheggi completamente vuoti nell'occasione".

"La prevenzione si fa sul campo e tra la gente"

Dante bene articolo taglio-2

E Rox come si è comportato durante l'uscita? "Il mio cane dopo un primo momento di ambientamento ha socializzato con tutti anche se per avvicinarmi bisognava prima avere il suo benestare - aggiunge il sindaco di Pescate - I pattugliamenti che hanno riguardato anche il parcheggio del supermercato sono proseguiti fino alle 22,15 per circa un ora e mezza complessivamente. La cosa che mi rammarica è che nonostante Prefettura e Questura fossero stati avvisati dell'iniziativa abbiano ritenuto di non inviare nessuno, limitandosi ad invitarmi mercoledì al comitato per la sicurezza pubblica al quale comunque non parteciperò perché a mio avviso la prevenzione si fa sul campo e tra la gente, non seduti ad una scrivania".

Il sindaco "sceriffo" ha raccontato anche di essere stato stato ripreso dal figlio per questa ronda. "Mio figlio di 12 anni prima che partissi col cane mi ha rimproverato dicendomi "non devi andar là da solo, li hai insultati pesantemente sui giornali e potrebbero vendicarsi visto che sanno che stasera vai là. Ma non ero solo. Ringrazio di cuore il collega di Galbiate che mi ha sostenuto non solo coln il pensiero, Elio e gli agenti di Polizia locale Cristian e Salvo che hanno insistito per esserci, e Rox naturalmente. E stasera si ritorna là".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ronda del sindaco con il suo pitbull Rox: "Serata tranquilla, ma continuerò"

LeccoToday è in caricamento