Valmadrera, mozione di Ascolto per la «gestione delle situazioni di grande afflusso turistico in città»

I consiglieri Guido Villa e Mauro Dell'Oro hanno inoltrato il documento contenente undici proposte da applicare nei fine settimana e in corrispondenza di eventi pubblici a grande richiamo

L'area di Parè è particolarmente interessata dall'afflusso di persone BONACINA/LECCOTODAY

Undici proposte da inserire in un piano cittadino per la gestione delle situazioni grande afflusso turistico in città nei weekend ed in corrispondenza di eventi pubblici a grande richiamo. E' quanto inserito nella mozione presentata dal Gruppo consigliare Ascolto Valmadrera e che, previa accettazione, dovrebbe venir discussa durante il prossimo Consiglio Comunale al pari di quella riguardante i lavori in corso in via Manzoni. I consiglieri Villa e Dell'Oro hanno rivolto le loro idee verso l'installazione di alcuni Info Point, l'istituzione di Ztl e la relativa emissione di pass per i residenti, oltre alla realizzazione di parcheggi, al posizionamento di segnaletica e telecamere e all'istituzione di un servizio navetta.

«Richiediamo una Ztl seria in località Gianvacca ma non solo quello. Proponiamo di avere una visione più ampia. Un piano Turismo volto alla gestione dei grandi afflussi di turisti che ogni anno sempre di più, si riversano a Valmadrera e per gli eventi futuri», spiegano i consiglieri.

Il testo della mozione

OGGETTO: Piano cittadino per la gestione delle situazioni grande afflusso turistico in città nei weekend ed in corrispondenza di eventi pubblici a grande richiamo.

I sottoscritti Consiglieri Comunali del Gruppo Ascolto Valmadrera: Mauro Dell’Oro
Guido Villa

Richiedono l’iscrizione all'O.D.G. del primo Consiglio Comunale utile della seguente mozione:

Premesso che:

  • Valmadrera ha una serie di patrimoni culturali e paesaggistici che si estendono dalle montagne al lago.
  • molti di questi luoghi sono oggetto di grande afflusso turistico, soprattutto durante i weekend.
  • le ultime vicende associate al Covid-19 hanno limitato gli spostamenti turistici extra locali a favore di una riscoperta dei nostri territori.
  • l’intento del gruppo consiliare Ascolto Valmadrera è quello di trovare soluzioni utili al fine di salvaguardare la regolare quotidianità dei cittadini, facilitando e regolamentando l’afflusso turistico alla città.

Rilevato che:

  • con cadenza annuale si registrano situazioni di disagio e lamentele sia da parte dei cittadini, sia da parte dei visitatori che nelle giornate di maggior afflusso si recano nelle nostre stupende realtà naturali e paesaggistiche.
  • le singole soluzioni ad oggi adottate, o troppo permissive o troppo restrittive, non hanno generato i risultati attesi.
  • le disposizioni di ZTL adottate hanno suscitato non poche problematiche, sia per quanto riguarda la limitata ed immediata disposizione di informazioni a riguardo, sia per quanto riguarda le modalità di gestione ed attuazione del provvedimento.

  • seppur vero, che sia possibile fare ricorso ad una sanzione ingiusta ricevuta tramite ZTL “a tappeto”, questa operatività può creare non poche tensioni soprattutto per le persone più fragili della società.

e considerato che:

  • le categorie di cittadini che più soffrono questa situazione sono le più fragili, quali ad esempio anziani e persone con disabilità che periodicamente hanno necessità di un supporto esterno.
  • non è possibile demandare la gestione di una così ampia e variegata problematica alle Forze di Ordine Pubblico, le quali già svolgono servizio regolare su più comuni contemporaneamente.
  • le sanzioni amministrative non sono la soluzione ad un problema di una situazione che dev’essere gestita in prima battuta dall’amministrazione. La paura di sanzioni inoltre potrebbe creare malumori e diffidenze sia nei cittadini sia nei visitatori.
  • a nostro parere le associazioni di volontariato possono svolgere un servizio importante nel supporto della gestione di situazioni limite, esempio un evento, ma non possono farsi carico della periodica e sistematica gestione di una circostanza.

Il gruppo Ascolto Valmadrera propone al Sindaco e alla Giunta

di sviluppare un piano cittadino rivolto alla gestione delle situazioni di maggiore afflusso. Tale progetto deve poter essere scalabile, cioè esteso a più aree critiche con una certa flessibilità e velocità di intervento. In particolare le nostre proposte sono di:

  • predisporre un totem Info Point in corrispondenza dei principali punti cittadini di accesso turistico. Inizialmente si è pensato di installarlo in punti strategici, in corrispondenza dell’area di primo parcheggio per San Tomaso e nell’’area di Parè con possibile estensione a Piazza Rossè.
    Il totem deve essere ben visibile, riconoscibile dall’auto e contenere le seguenti indicazioni:
    ​o la modalità e le regole di accesso nelle varie aree d'interesse.
    o la mappa della città con i principali parcheggi pubblici associati alla destinazione in oggetto.
    o la distanza e tempi di accesso dell’infopoint ai parcheggi, la numerosità dei posti auto in ogni parcheggio.
    o le modalità di richiesta di accesso ordinario e straordinario ad eventuali aree riservate.
    o un numero utile da contattare in caso di necessità/informazioni.
    o un riferimento ad un link del sito comunale con informazioni più dettagliate.

    A livello ottimale, Il totem potrebbe essere anche supportato da un complemento digitale con informazioni visibili dall’auto. La presenza di messaggi digitali potrebbe essere utile per una più flessibile gestione delle informazioni di sintesi, quali l’attivazione o meno delle disposizioni di area regolamentata.
  • l’introduzione di zone a traffico limitato gestito tramite “pass a residenti”. Il rilascio di pass temporanei giornalieri che i residenti possono rilasciare a ospiti o persone a loro supporto. I pass, da esporre sulla macchina, faciliteranno anche l’operato delle Forze dell’’Ordine che non dovranno verificare tutte le autovetture correttamente parcheggiate ma solo quelle senza pass.

  • la predisposizione di un’area carico/scarico di persone a ridosso dell’ascesa a San Tomaso, Parè e Piazza Rossè. Quest’area deve essere ben identificabile, segnata tramite mappa nel totem Info Point e segnalata tramite strisce di apposito colore. Quest’area deve essere sempre libera, non sarà consentita la sosta ma solo la fermata temporanea per operazioni di carico e scarico dei passeggeri. L’accesso all’area, che probabilmente sarà nella zona a traffico limitato, sarà consentito anche senza pass. Un quest’area dev’essere predisposta anche un’area dedicata alle persone che intendono aspettare il guidatore al evitare affollamenti nel mezzo della strada o sul ciglio della stessa.

  • l’apertura di parcheggi ad uso straordinario dedicati alle necessità. In particolare, per l’ascesa San Tomaso suggeriamo di valutare l’ipotesi di ricavare un parcheggio nell’area del pratone Gavazzi e l’ipotesi di apertura del piazzale delle scuole Leopardi. Difficilmente un turista parcheggerebbe in Pazza del Mercato per raggiungere tale località, il rischio è il parcheggio selvaggio per le vie della città. Il parcheggio ad uso straordinario inizialmente potrebbe essere a pagamento, in misura politica giornaliera, a supporto delle spese di realizzazione e gestione.

  • la predisposizione di una cartellonistica chiara con mappa nei parcheggi che indichi la più breve strada per raggiungere “a piedi” le partenze delle principali destinazioni.

  • predisposizione di una chiara e visibile segnaletica orizzontale e verticale nelle zone a traffico limitato, con disposizione di rimozione forzata delle auto in divieto di sosta.

  • la segnalazione e la predisposizione di telecamere a supporto delle infrazioni.

  • l’utilizzo di parcheggi di grandi dimensioni quali l’area di Piazza del Mercato, Rio Torto, area Feste via Casnedi con valutazione di un servizio navetta in corrispondenza di manifestazioni di grande afflusso turistico.

  • la valorizzazione e la segnalazione di aree di gestione della mobilità green (esempio parcheggi per biciclette) in corrispondenza dell’area a traffico limitato.

  • le regole “pass giornaliero” saranno attive solo in giorni predefiniti. L’attivazione o meno dev’essere segnalata in corrispondenza degli Info Point.

  • il piano cittadino, le sue regole, la sua attuazione, i suoi tempi, dev’essere illustrato ai cittadini tramite video illustrativi o incontro pubblici. Una maggiore chiarezza delle regole sicuramente è alla base di un buon risultato attuativo.

    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...

Mauro Dell’Oro
Guido Villa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

  • Manifesto accusa Fasoli: «Come Pinocchio». Il sindaco: «Alle urne abbiamo visto tutti come è andata»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento