Ponte di Annone, Riva (Cgil): «Il ponte una boccata d'ossigeno, ma la Statale chiede altri interventi»

Il segretario provinciale della Cgil: «I problemi nelle gallerie di Fiumelatte e Monte Barro gli ultimi problemi»

Diego Riva, segretario provinciale della Cgil Lecco

«Il nostro primo pensiero va a Claudio Bertini». Nel giorno dell’inaugurazione del nuovo ponte di Annone Brianza sulla SS 36, Diego Riva, segretario generale della Cgil Lecco, ricorda la vittima del crollo del 28 ottobre 2016. «È necessario evitare che incidenti simili possano ripetersi – prosegue –, tutte le persone devono poter viaggiare su strade sicure senza il rischio di perdere la vita per l’incuranza delle infrastrutture. Auspichiamo che la magistratura faccia chiarezza sulla situazione al più presto».

VIDEO | Annone Brianza, il nuovo ponte è finalmente realtà: «Sensori e costruzione, modello operativo per tutta Italia»

«Servono altri interventi di messa in sicurezza»

Dal punto di vista viabilistico ed economico «il nuovo ponte darà una boccata di ossigeno ai cittadini e alle imprese della zona – sottolinea Riva – e sicuramente miglioreranno le tempistiche degli spostamenti tra Oggionese ed Erbese. Lo aspettavamo da tempo». La Strada Statale 36 è sotto la lente d’ingrandimento: «C’è la necessità di mettere in sicurezza tutta la strada, per evitare che ci siano problemi, come le crepe nella galleria di Fiumelatte di settimana scorsa e la caduta di calcinacci nel tunnel del Monte Barro di pochi giorni fa», conclude il segretario generale lecchese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Tragico incidente sull'A9: morto Claudio Zara, Direttore Sanitario di Synlab San Nicolò Como e Lecco

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

  • Nuovo digitale terreste 2020: cosa cambia per gli utenti

Torna su
LeccoToday è in caricamento