menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicor-Teva, passo istituzionale in Prefettura. Il Gruppo israeliano: «Non vogliamo scappare dalle persone»

Avviata dal Prefetto Castrese De Rosa l’attività di mediazione per salvaguardare i livelli occupazionali della Sicor srl di Bulciago. Teva ritiene non sostenibile il sito produttivo

È stata «proficuamente» avviata martedì l’attività di mediazione del Prefetto di Lecco Castrese De Rosa tra la multinazionale israeliana Teva, proprietaria della Sicor srl, azienda a rischio chiusura e operante nel settore chimico farmaceutico con sede a Bulciago, e i rappresentanti dei lavoratori. La proprietà, pur considerando irrevocabile la volontà di cessare l’attività in ragione di una più ampia strategia di ottimizzazione portata avanti dal Gruppo e della ritenuta non sostenibilità economica del sito, ha «altresì espressamente dichiarato la disponibilità a valutare un futuro per lo stabilimento di Bulciago», come spiegano fonti di corso Promessi Sposi.

Altre soluzioni per i lavoratori sono al vaglio della società, che già il prossimo giovedì sarà in grado di fornire liste di posizioni lavorative aperte presso altri stabilimenti del Gruppo. Ha, altresì, fatto presente che altre aziende, che hanno attivi piani di assunzioni, hanno dichiarato la disponibilità ad acquisire expertises del settore pharma.

«Non vogliamo scappare dalle persone»

Tomer Sinai, Site General Manager, presente al tavolo e affiancato da un interprete, ha dichiarato che il Gruppo Teva «non intende scappare né dalle persone né dalle responsabilità ambientali. E’ in corso di definizione un piano da condividere non solo con le Autorità ambientali ma anche con quelle territoriali con totale rispetto e trasparenza».

Si è così avviato un percorso che porterà nei prossimi giorni a suggellare gli impegni dell’azienda, mettendo in campo un ventaglio di interventi che traguardi il risultato di non disperdere un ulteriore pezzo industriale del territorio lecchese che opera da cinquant'anni.

All’incontro hanno preso parte, oltre ai rappresentanti di Sicor srl, il Sindaco del Comune di Bulciago Luca Cattaneo, il Presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli, il Coordinatore dell’Unità di crisi provinciale Matteo Sironi, il segretario generale di Cgil Lecco Diego Riva, il segretario generale di Filmtec Cgil Lecco Nicola Cesana e di Ultec Lecco Celeste Sacchi e i delegati dei lavoratori.

«Incontro molto positivo»

«E’ stato un incontro molto positivo - ha affermato il Prefetto De Rosa a margine del faccia a faccia -. Si avvia un percorso condiviso tra Organizzazioni Sindacali e Azienda. Nei prossimi giorni le Parti si incontreranno e porteranno al tavolo della Prefettura gli esiti del confronto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento