rotate-mobile
Il successo / Alto e Basso Lago / Via alle Scuole

L'acqua, bene prezioso: le scuole lecchese fanno il pieno di premi

Successi nel contest "L'energia dell'acqua" riservato alle scuole

L'acqua è uno dei beni più preziosi, se non il più prezioso. Per sensibilizzare i giovani sul tema è stato messo a punto il contest "L'energia dell'acqua", concorso scolastico che ha visto vincere la Scuola Primaria Michele Vedani di Esino Lario, le scuole La Traccia di Maresso di Missaglia e Alessandro Volta di Robbiate tra le scuole secondarie di primo grado, l'Istituto Graziella Fumagalli di Casatenovo tra le scuole secondarie di secondo grado: alla prima è andato un riconoscimento di tremila euro, alle medie di duemila e cinquecento, alla scuola superiore di tremila. La premiazione si è tenuta lunedì mattina presso la sede di Edison, a Milano. Presenti anche l'a.d. di Edison Nicola Monti e la sottosegretaria all'Istruzione Paola Frassinetti.

Le scuole lecchesi vincono il concorso sull'acqua

A conquistare il premio maggiore pari a tremila euro tra le scuole primarie (elementari), sono state la seconda, terza, quarta e quinta classe della Scuola Primaria Michele Vedani di Esino Lario che hanno creato un collage particolarmente curato di componenti eterogenei che rappresenta una condotta d'acqua inserita nel suo contesto naturale. Un contributo pari a duemila euro è stato assegnato invece alla quarta B della Scuola Primaria Enrico Toti di Seveso (Monza e Brianza) che ha realizzato alcuni pannelli artistici che rappresentano suggestioni diverse; come una rielaborazione de La Madonna del Latte, alcune interpretazioni dei mulini ad acqua e delle centrali idroelettriche, o la rappresentazione delle conseguenze dei cambiamenti climatici.

Tra le scuole secondarie di primo grado (medie), sono stati due le premiate con il riconoscimento maggiore da 2.500 euro. La prima A, la prima B e la prima C della scuola La Traccia di Maresso di Missaglia hanno pensato di realizzare un'esperienza di conoscenza (anziché un elaborato vero e proprio) che si è concretizzata nell'osservazione diretta delle opere di ingegneria idraulica presenti sul territorio circostante la scuola, con il supporto di esperti che hanno potuto valorizzare ulteriormente le diverse visite effettuate.

La prima B della scuola Alessandro Volta di Robbiate ha invece realizzato un e-book che mette assieme temi come l'arte, la natura e le opere dell'ingegno umano per educare al miglior utilizzo di questo prezioso liquido. Duemila euro invece sono andati alle terze classi dell'Istituto comprensivo statale Marco d'Oggiono di Oggiono grazie al loro video racconto che, partendo dall'interesse di Leonardo per l'acqua, si trasforma in un piccolo e dettagliato excursus sulla flora e la fauna lacustri presenti sul territorio brianzolo.

Infine, a conquistare il premio nella categoria dei "più grandi", le scuole secondarie di secondo grado, sono stati gli studenti della prima F, seconda C, quarta G e quinta G dell'Istituto Graziella Fumagalli di Casatenovo, che hanno proposto un progetto di immagini e testi ricco ed elaborato attraverso il quale si racconta in modo dettagliato come l'acqua, nel corso della storia, sia stata utilizzata in modo sempre più sofisticato ed efficiente per produrre energia, con numerosi spunti di riflessione anche sulle abitudini attuali: per le loro attività didattiche è arrivato un riconoscimento di tremila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'acqua, bene prezioso: le scuole lecchese fanno il pieno di premi

LeccoToday è in caricamento