Presidio della sinistra per sensibilizzare sulla questione coronavirus

Appuntamento sabato in Piazza Garibaldi con Rifondazione Comunista, Potere al Popolo e Sinistra classe Rivoluzione: «Preoccupano di più altre emergenze reali nel nostro Paese»

(Foto di repertorio)

Nell'ultimo anno in Italia si sono registrati 1.095 morti sul lavoro, 150 in carcere, 298 vittime di femminicidio. Sono questi, secondo Rifondazione Comunista, Potere al Popolo e Sinistra classe Rivoluzione, i numeri da prendere in considerazione, più della questione del coronavirus che tiene banco in queste settimane e che ha portato anche a episodi di razzismo.

«Alla luce dei recenti fatti di razzismo in Italia a danno dei cinesi, erroneamente additati come portatori del coronavirus, ci sentiamo di prendere le distanze da questo luogo comune - spiegano dal Partio di Rifondazione comunista Lecco - Si parla di emergenza sanitaria mondiale e in Italia, come in altre parti, è allerta. Senza sottovalutare la pericolosità del virus in corso che colpisce soprattutto soggetti deboli e a rischio, ed è causato dalle condizioni disumane in cui vivono milioni di persone e di animali non solo in Cina, vogliamo porre l'attenzione su dei dati che sono ben più preoccupanti con situazioni che uccidono realmente».

Coronavirus, riunione in Prefettura nel segno della tranquillità: «Nessun allarme nel Lecchese»

Da qui i numeri sopra citati, oltre a quelli di livello mondiale: 25mila persone morte ogni giorno per fame, 850 milioni di persone che vivono in estrema povertà, una persona su nove sofferente di malnutrizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«I nostri amministratori non annunciano nessuna allerta? Nessun pericolo nessuna azione concreta - si legge in un comunicato - Qual è il problema? Qual è la vera emergenza?». Rifondazione Comunista, Potere al Popolo e Sinistra classe Rivoluzione organizzano per sabato pomeriggio alle 14.30 in Piazza Garibaldi un presidio unitario per sensibilizzare sulla questione coronavirus e «offrire una corretta informazione sulla reale situazione nel nostro Paese, dove ci sono ben altre emergenze».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, il Presidente Attilio Fontana ha firmato una nuova ordinanza

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Coronavirus, Borrelli sposta la fine della quarantena: «Credo che staremo a casa anche il primo maggio»

  • Civate in lutto per la scomparsa di Ambrogio Rusconi, storico commerciante del paese

  • Coronavirus, Fontana: «Bisogna prepararsi se il Coronavirus dovesse tornare a ottobre»

Torna su
LeccoToday è in caricamento