Presentati i rilievi condotti sulle reti meteoriche: vari i problemi riscontrati, ora si entra in azione

Brivio ha commentato lo studio di Lario Reti Holding: «Si tratta di un argomento di fortissima rilevanza, ora sappiamo dove dobbiamo intervenire»

Un momento della presentazione

La sala consigliare del Comune di Lecco ha ospitato la presentazione dei risultati dei rilievi condotti sulle reti meteoriche. L’attività di rilievo è stata realizzata da Lario Reti Holding, su necessità rilevata dal Comune di Lecco, in collaborazione con degli specialisti esterni. L’obiettivo è stato quello di riscontrare e mappare le eventuali problematiche legate alla rete di acque meteoriche. L’attività, presentata da Roberto Gnecchi, Direttore Conduzione di Lario Reti Holding, ha costituito un banco di prova per la messa a punto della gara del piano fognario di Lario Reti Holding, che coprirà tutta la Provincia.

rilievi reti meteoriche lecco conferenza 10 luglio 20202 Roberto Gnecchi-2

L’attività è complessivamente durata 6 mesi, ha comportato l’impegno di 2 squadre di rilevatori, dotati anche di sistema di video ispezione. Dal campo sono emerse alcune situazioni che hanno evidenziato la frammentazione della rete e/o la compresenza di reticoli idrici (tombinati e non) nonché la presenza di chiusini bloccati.

«E’ un argomento di fortissima rilevanza - spiega Virginio Brivio, sindaco di Lecco -. L’affidamento di lungo periodo permette di effettuare interventi importanti. Il tema non è di stretta competenza di Lario Reti, ma riguarda la rilevazione dell’acqua che, non contabilizzata, viene raccolta per caduta, piogge e quantaltro: la non gestione può provocare situazioni di difficile gestione ambientale e per la sicurezza. Lario Reti conosce e vive i territori, perchè li calpesta tutti i giorni per svolgere il proprio servizio. Abbiamo, per la prima volta, una fotografia molto puntuale di quello che è il reticolo di questa gestione e sono stati individuati degli interventi “spinti” e altri semplicemente riparativi. Questo è il primo lavoro analitico e documentato che è stato eseguito. Negli anni c’è stato un contenzioso e la Corte di Cassazione ha dato conferma del fatto che questo tipo di acqua non può essere messo all’interno del servizio idrico, ma se l’obiettivo è quello di consumare meno acqua può esserci una correlazione tra il servizio idrico e le acque meteoriche. La gestione è a carico del Comune o dei singoli privati, ma non all’interno del sistema idrico integrato della provincia di Lecco. Si tratta di un sistema “cugino” che va gestito con risorse distinto, ma ha una tecnologia simile».

rilievi reti meteoriche lecco conferenza 10 luglio 20205 Virginio Brivio-2

L’attività ha comportato il censimento di:

  • 71,788 km di rete acque meteoriche;

  • 5.509 caditoie e/o griglie stradali;

  • 1.954 pozzetti di ispezione;

  • 131 punti di scarico in corpo idrico;

  • 23 nodi ispezionabili su reticolo idrico intubato.

In conclusione ai rilievi si sono evidenziate diverse criticità sulle quali è necessario avviare diverse azioni per la loro risoluzione.

«La fotografia si attendeva da moltissimi anni e ci dà lo strumento per ricostruire gli strumenti concreti che dovremo utilizzare per porre riparo alle situazioni critiche nelle varie aree della città - illustra Alessio Dossi, assessore comunale all’ambiente -. Anche l’impatto ambientale che deriva da questi aspetti può essere sanato. Questa carta ci permette di poter agire con precisione, è lo strumento con cui possiamo lavorare e ridurre l’impatto ambientale. A valle di questa situazione complicata dal punto di vista sanitario entreremo anche nelle case, quindi conviene aspettare ancora un attimo, ma ci prendiamo l’impegno di ricostruire l’eventuale presenza di allacci impropri, mentre siamo pronti a intervenire nel più breve tempo possibile qualora l’intervento fosse a nostro carico»

rilievi reti meteoriche lecco conferenza 10 luglio 20204 Alessio Dossi-2

Presenza reflui urbani nella rete meteorica

Situazioni rilevate: 28.

Attività da eseguire: Verificare correttezza allacci rete. Necessario verificare con video-ispezione e colorante negli edifici. Successivamente intervento per lo spostamento dell'allaccio ed eventuale separazione se allaccio di mista.

Esecutore attività: Verifica allaccio a cura di LRH, in accordo con il Comune.

Pozzetti con compresenza acque bianche e nere

Situazioni rilevate: 8;

Attività da eseguire: Necessario approfondire motivo origine della scelta progettuale e conoscenza portate, attività svolta all'interno appalto "Piano Fognario" per valutare successivamente l'intervento progettuale corretto da eseguire.

Esecutore attività: LRH individua, in accordo Comune, le soluzioni da adottare.

Ulteriori problematiche

Nel corso dei rilievi sono state riscontrate ulteriori problematiche, di diversa natura:

  • Pozzetti con presenza di detriti.

  • Scale di accesso danneggiate.

  • Caditoie e griglie stradali da manutenere.

  • Chiusini stradali asfaltati o altrimenti bloccati.

  • Altri punti in cui si renderà necessaria una video-ispezione per approfondimenti.

Alcune di queste problematiche sono già state risolte (chiusini bloccati) o sono in via di risoluzione (video-ispezioni in corso da parte di LRH).

acque meteoriche criticità-2

«Per intervenire bisogna conoscere, il rilievo delle acque potabili è stato fatto solo negli ultimi anni - ha spiegato Lelio Cavalier, Presidente di Lario Reti Holding -, mentre abbiamo appaltato ora il rilievo delle reti fognarie, ma serviranno due-tre anni per avere un piano completo. Lecco è stato un comune campione per il rilievo delle reti meteoriche, ma abbiamo intenzione di estenderlo anche altrove. I lavori richiederanno tanto tempo. Sugli allacci è giusto dire che la gran parte dei problemi nasce da lì, per questo abbiamo deciso di realizzarli internamente».

rilievi reti meteoriche lecco conferenza 10 luglio 20203 Lelio Cavalier-2

Prossimi passi

Grazie a questo puntuale lavoro di catalogazione e mappatura, il Comune potrà ora prevedere dei piani di manutenzione delle caditoie più approfonditi e precisi, così da ridurre gli episodi di allagamento causati dalle sempre più violente piogge.

Inoltre, al termine dell’emergenza sanitaria da covid-19, sarà avviato un piano di individuazione puntuale degli allacciamenti errati, necessario per evitare episodi di sversamento e inquinamento di lago e fiume.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Lecco e Lario Reti Holding contatteranno quindi i residenti delle zone dove si sono rilevate infiltrazioni di reflui domestici nelle acque meteoriche, al fine di effettuare i test di scarico necessari a confermare o meno la necessità di regolarizzazione dell’allacciamento fognario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento