Primo weekend per la funivia dei Piani d'Erna, «evitare assembramenti»

Riapertura dopo il lockdown e i lavori di sostituzione delle funi e degli scorrimenti. L'assessore Dossi: «Accessi contingentati, chi può la utilizzi in settimana»

Primo weekend di funzionamento della funivia dei Piani d'Erna nel periodo post-lockdown, accorgimenti da seguire per i fruitori.

Nel fine settimana alle porte continuerà l'operatività dell'impianto, riaperto questo lunedì al termine dei lavori realizzati nei primi mesi dell'anno dal Comune di Lecco, attraverso il gestore Itb. Sono stati apportati importanti interventi di manutenzione e verifica programmata, in linea con le disposizioni ministeriali in materia di impianti di questo tipo, che hanno visto la sostituzione della fune traente (per un valore di circa 40mila euro di cui il 50% ammesso a contributo regionale a fondo perduto) e gli scorrimenti delle funi portanti (per un valore di 70mila euro).

La riattivazione dell'impianto, presso le cui stazioni di partenza e arrivo sono stati posizionati anche due nuovi defibrillatori automatici Dea donati da Linee Lecco e da Itb, rappresenta un'opportunità importante, ma porta con sé inevitabili criticità.

Sentieri riaperti: il vademecum del Comune con i comportamenti da seguire

«Le criticità che accompagnano la riapertura della funivia, in un fine settimana di sole e dopo un periodo di stop forzato delle attività ricreative, sono evidenti - sottolinea l'assessore ai Trasporti del Comune di Lecco Alessio Dossi - Il suggerimento, a coloro che possono sfruttare l'impianto in settimana, è di avvalersi di questa possibilità nei giorni feriali, piuttosto che nel weekend, riducendo così il rischio di code e assembramenti e garantendo a tutti una migliore fruibilità della montagna. In base ai primi esiti della ripresa, ci si riserva d'intesa col gestore e con l'Agenzia del Tpl di introdurre eventuali ulteriori modalità di accesso all'impianto, che saranno definite in seguito, mentre in generale l'appello è alla responsabilità di tutti».

Capienza ridotta a otto persone per cabina

L'ordinaria capienza delle due cabine che trasportano i passeggeri ai piani d'Erna è infatti ridotta in questa fase a otto persone per cabina, con una portata oraria di circa 70 persone, ben diversa dalla portata ordinaria dell'impianto. Il gestore predisporrà apposite misure di controllo e contingentamento degli ingressi, che si aggiungono alle accortezze individuale che gli utenti devono mettere in atto.

La funivia è operativa dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30, sabato domenica e festivi dalle 8 alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

Torna su
LeccoToday è in caricamento