Domenica, 14 Luglio 2024
Polemiche / Centro storico / Piazza Giuseppe Garibaldi

Ferrari in divieto di sosta in piazza e carro attrezzi pronto: sui social scoppia il putiferio

"Fanno bene, non si può", "se fosse una Panda nessuno avrebbe detto niente": la foto postata in un noto gruppo scatena centinaia di commenti di ogni genere

A Lecco scoppia il caso della Ferrari pronta per essere portata via dagli agenti di Polizia locale. L'episodio è accaduto nella giornata di giovedì nella centralissima piazza Garibaldi, a lato degli uffici bancari. Una splendida vettura di Maranello rosso fiammante è stata parcheggiata proprio a lato del marciapiede, in evidente divieto di sosta, e poco dopo i vigili del Comune di Lecco hanno effettuato il verbale con il carro attrezzi pronto alla rimozione.

La foto che vi proponiamo immortala proprio quell'istante ed è stata scattata da una utente del gruppo 'Sei di Lecco se... 2.0 (il vero)' che nella tarda mattinata di giovedì l'ha postata su Facebook. E subito, come è lecito aspettarsi in questi casi, è scoppiato il putiferio con una ridda di commenti e opinioni contrastanti. 

C'è chi se la prende con il comportamento (certamente deprecabile) del conducente, come Daniele, "Perché hanno una ferrari pensano di parcheggiare dove vogliono", e chi invece fa notare che non sempre la reazione del cittadino medio è uguale di fronte a un'auto parcheggiata in divieto di sosta: "Se era una Panda la foto non la faceva, ma siccome è Ferrari allora giù di foto" scrive polemicamente Federica.

La polemica nella polemica

I commenti, sotto questo scambio di battute, sono i più disparati: c'è chi se la prende con l'autrice della foto per questioni di opportunità (pubblicare il fatto sui social), chi sostiene che si sarebbe fermato ad ammirare la Ferrari perché auto dei sogni, chi semplicemente ricorda che è vietato posteggiare là dove non si può.

Si arriva persino a ipotizzare che chi accusa il post di polemizzare su Lecco sia in realtà la vera "ennesima polemica su Lecco", in una sorta di meta-polemica in cui è difficile capire chi abbia ragione e chi sia invece partito per la tangente...

Tra chi azzarda che il Comune rischi per la rimozione di un'auto di lusso (e questa sì, è vera discriminazione verso le Pande... ) e chi invoca giustizia verso tutti i tipi di vettura lasciata in divieto, Daniele prova a fare un po' di ordine: "Se ci sono delle regole vanno rispettate e la legge vale per tutti, una volta quella piazza era 'libera' e aperta anche alle auto, oggi è molto difficile trovare un parcheggio perché sono tutte zone 'green', era un'auto in divieto di sosta? C'è il cartello di rimozione in caso di inosservanza? Che sia una panda o una Ferrari".

Come in ogni post polemico che si rispetti, c'è ampio spazio per l'ironia, che in fondo ci salverà: "È quella di Di Nunno, paga i debiti con questa" scrive Denis ignorando però la recente vendita della Calcio Lecco.

Le certezze sono che là, in piazza Garibaldi, l'auto non si possa lasciare e che la Polizia locale faccia rispettare il Codice della strada. Per il resto è l'ennesimo episodio che dimostra come i lecchesi riescano a dividersi su tutto. E allora prendiamola davvero con ironia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrari in divieto di sosta in piazza e carro attrezzi pronto: sui social scoppia il putiferio
LeccoToday è in caricamento