Solidarietà lecchese: iniziato il servizio di ritiro e consegna del latte materno

Il via alla raccolta di Auser grazie a una donna di Calolziocorte: verrà donato dalle mamme al reparto di Terapia intensiva neonatale dell'Ospedale Manzoni

Il latte consegnato all'Ospedale Manzoni di Lecco

Parte il viaggio per garantire il futuro dei più piccoli. Auser Lecco ha iniziato il servizio di ritiro a domicilio e consegna del latte donato dalle mamme al reparto di Terapia intensiva neonatale dell'Ospedale Manzoni. 

Questa mattina, giovedì, grazie al veicolo donato da Cancro Primo Aiuto lo scorso settembre, i volontari Fabio Poncia e Alessandro Gandini, su indicazione dell'ospedale, sono stati a Calolziocorte per ritirare il latte donato da una mamma.

Un'auto in dono all’Aicit di Lecco grazie alla onlus Cancro Primo Aiuto

I volontari Auser hanno portato con loro una speciale borsa termica e appositi contenitori, per prendere il latte e trasportarlo fino al Manzoni. Lì ad attenderli c'erano il primario Roberto Bellù e le sue collaboratrici. «Siamo molto contenti che l'iniziativa sia partita. È un servizio sociale fondamentale per i neonati pretermine più a rischio, che sul territorio era molto atteso - afferma il presidente di Auser provinciale Lecco, Claudio Dossi - Auspichiamo che tante altre mamme ora si rendano disponibili a donare». Già in programma, la prossima settimana, il ritiro di altre donazioni di latte in tutto il territorio provinciale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

Torna su
LeccoToday è in caricamento