rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Calolziocorte

"Cibo per la mente": alla Rsa di Calolzio un progetto per la memoria

Dopo la riapertura in sicurezza, tra le prime in Italia, la casa "Madonna della Fiducia" punta ora su un'altra iniziativa per il benessere degli anziani. E riapre anche il Centro diurno

Dopo l'iniziativa di riapertura in sicurezza ai parenti degli anziani post emergenza covid - ripresa anche a livello nazionale dalle telecamere Rai - ora la casa di riposo "Madonna della Fiducia" punta su una nuova proposta per il benessere psicologico degli anziani. Comunicando che a settembre verrà riattivato il servizio del Centro Diurno Integrato, la dirigenza ha inoltre annunciato l'avvio del progetto "Cibo per la mente", mirato a favorire la memoria e a curare situazioni di fragilità.

Cancelli aperti alla casa di riposo di Calolzio: "Passi avanti verso la normalità"

"Il nuovo progetto Cibo per la Mente prende le mosse dal famoso metodo Montessori, (solitamente applicato ai bambini) ma in questo caso applicato agli anziani affetti da decadimento cognitivo a supporto anche delle loro famiglie - spiega Ivano Venturini, direttore della Rsa Madonna della Fiducia di Calolzio - Un team multidisciplinare, composto da medici geriatri, infermieri, educatori professionali, terapisti della riabilitazione ed operatori socio sanitari avrà cura di tracciare un progetto personalizzato alla persona anziana presa in carico".

L'applicazione del metodo Montessori

Si parla normalmente del metodo Montessori soprattutto in relazione ai bambini e pochi sanno che invece esistono vari studi internazionali sulla validità di questa proposta anche per prevenire e curare le condizioni di fragilità della memoria e la demenza.

"Attraverso la formazione specifica attivata durante quest’anno i nostri operatori socio sanitari hanno avuto modo di formarsi con una didattica svolta da docenti specialisti nella materia, sia con lezioni frontali che sul campo con un investimento di 900 ore di formazione".

I benefici per gli anziani

Il Centro Diurno Integrato è stato inoltre oggetto di rinnovo anche rispetto agli arredi dove sono state identificate delle specifiche aree tematiche per lo sviluppo dei progetti educativi degli ospiti. "I benefici documentati per gli anziani e per chi se ne prende cura sono molti - aggiunge Venturini - si va dalla riattivazione della capacità di mantenere le relazioni sociali al desiderio di appartenere ad una comunità: E poi ancora la partecipazione alle attività della vita quotidiana, la riappropriazione e l'umanizzazione dell’ambiente sociale e familiare, il cambio di prospettiva radicale sulla comprensione della malattia e della persona".

Le attività si svolgeranno dal lunedì al sabato con orario indicativo dalle 8.00 alle 17.30. Per informazioni dettagliate le famiglie potranno segnalare al seguente indirizzo di posta elettronica uffici@casamadonnadellafiducia.it l’interesse all’inserimento del proprio familiare lasciando un recapito telefonico, per poi essere ricontattati dagli operatori del Centro diurno per un colloquio conoscitivo.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cibo per la mente": alla Rsa di Calolzio un progetto per la memoria

LeccoToday è in caricamento