rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità Germanedo / Via Eremo, 9

"Negli ultimi due anni sono cresciuti i disturbi psichici nella popolazione"

All'ospedale di Lecco il convegno su "La salute mentale nelle Case di Comunità" con un focus su un tema importante e di stretta attualità

"La salute mentale nelle Case di Comunità": questo il titolo del convegno organizzato dal Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di Asst Lecco che si è tenuto mercoledì 4 maggio all’Ospedale Manzoni. Le Case di Comunità rappresentano una delle maggiori innovazioni, con la telemedicina, introdotte dal Pnrr nel Sistema Sanitario Italiano.

All’interno di questo percorso, che influirà fortemente sulla sanità italiana nei prossimi anni, ci si interroga anche sul ruolo della salute mentale: i disturbi psichici rappresentano oggi la maggiore causa di disabilità e di burden nella popolazione italiana di età compresa tra i 15-49 anni (Global Burden of Disease 2019) e al loro interno la percentuale più rilevante di questa disabilità è legata ai disturbi emotivi comuni, come ansia e depressione.

Favini: "Non è pensabile affrontare i problemi di questi pazienti con un modello di intervento medico centrico"

"Negli ultimi due anni abbiamo visto crescere i disturbi psichici in tutta la popolazione - dichiara Paolo Favini, Direttore generale di Asst Lecco - Appare quindi naturale, in termini di salute pubblica, occuparsi di questi disturbi anche all’interno delle nuove Case di Comunità; certamente tale obiettivo rappresenti una sfida per i Dipartimenti di Salute Mentale e Dipendenze. Non è infatti pensabile affrontare i problemi di questi pazienti con un modello di intervento medico centrico, le risorse non sarebbero sufficienti. È, a mio avviso, necessario mettere in primo piano il ruolo della innovazione e delle competenze di altre figure professionali, come gli psicologi e di tutti coloro che professionalmente si occupano di relazioni d’aiuto”.

Antonio Lora: "Favoriamo un ampio dibattitto tra gli operatori che si occupano di salute mentale"

"Il nostro convegno ha voluto favorire un dibattitto il più ampio possibile tra gli operatori che si occupano di salute mentale - sottolinea Antonio Lora, Direttore Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Asst Lecco - È stato approfondito il contesto programmatorio, sia a livello nazionale sia regionale, con un’analisi delle forme di collaborazione tra Servizi di Salute Mentale e Medicina Generale e una panoramica degli interventi innovativi che possono essere messi in atto (strumenti di e-mental health, telepsichiatria, interventi psicologici a bassa intensità, psicoterapie computerizzate). Infine, in una tavola rotonda con stakeholders locali e regionali, è stato affrontato il tema della implementazione della salute mentale nella Case di Comunità e della sua sostenibilità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Negli ultimi due anni sono cresciuti i disturbi psichici nella popolazione"

LeccoToday è in caricamento