Nuovo campo, fiaccolata e spettacolare coreografia: aperta la nuova edizione dello Scigalott d'Or

Un'ora di show per "lanciare" la nuova edizione della conosciuta festa patronale di Acquate

Il bel colpo d'occhio rimasto dopo la fine della cerimonia (Bonacina/LeccoToday)

Una festa patronale al passo con i tempi, dal nuovo campo in erba sintetica, inaugurato da don Carlo Gerosa, fino alla parte digitale. Dopo mesi di lavoro, nella serata di mercoledì 3 settembre è stato ufficialmente aperto lo Scigalott d'Or edizione 2019, tradizionale festa del rione di Acquate che vedrà sfidarsi tra di loro le sei contrade che lo compongono.

Il nuovo campo in erba sintetica: prosegue la raccolta fondi

La serata è stata aperta dall'arrivo delle giovani cicale, simbolo dell'evento, arrivate sul campo tra gli applausi delle centinaia di persone presenti. Dopodichè il parroco, alla presenza del sindaco di Lecco Virginio Brivio, ha proceduto con il taglio del nastro e ha preso la parola, rinvolgendo il suo saluto e il suo messaggio agli intervenuti. La parola è poi passata a Matteo Mezzera, presidente della Futura 96: la società, in collaborazione con la Parrocchia, è stata fondamentale promotrice dell'intervento di riqualificazione del terreno di gioco, omologato per le partite a nove giocatori.

«E' possibile contribuire al pagamento della struttura - ha sottolineato Mezzera, premiato con una targa dallo staff dello Scigalott - prendendo parte alla raccolta fondi organizzata attraverso la vendita benefica delle zolle. Speriamo che tutti possano darci una mano durante questi giorni di festa e anche oltre». Proprio Mezzera e don Gerosa hanno calciato il primo pallone verso una delle due porte: un rigore, segnato dal Parroco, che ha dato il virtuale inizio anche all'attività sportiva.

Scigalott d'Or 2019: il programma 

Parola, poi, al primo cittadino Brivio: «La creazione di una struttura del genere è importante sotto l'aspetto aggregativo e sportivo, vedremo, come Comune, di aiutare economicamente a pagare il campo, poichè la pratica sportiva è estremamente importante. Il prossimo Scigamatt (14 settembre, ndr) sarà invece inserito all’interno della festa dell’ambiente e il momento sarà utilizzato per lanciare messaggi non retorici relativi a ciò che ci circonda».

Coreografia e capicontrada: che show!

Superato il momento dei saluti, è stato il momento di accendere la fiaccola che dominerà il campo da calcio nel corso di tutta la festa patronale. Il momento ha preceduto l'esecuzione della spettacolare coreografia, per la cui creazione giovanissimi e ragazzi hanno dedicato parecchie ore nel corso delle ultime settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ultimo, ma non per importanza, è stato il momento in cui sono stati presentati i capicontrada delle gare che si terranno in questi giorni, che hanno corso sul perimetro del campo "armati" di un fumogeno colorato:

  • Bassana: Maurizio Sala, Lorenzo Fioretta
  • Colongardo: Lorenzo Milani, Riccardo Pelaratti
  • Concezione: Marta Nava, Alessio Stefanoni
  • Poteo: Marco Panzeri, Camilla Pescini
  • Vicinali (Detentori): Sara Negri, Cristina Colombo
  • Zuccarello: Tommaso Redaelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento