Ai tempi del Covid: Villa Monastero svela le sue meraviglie via internet

Con "Il bello dell’abitare a Villa Monastero: curiosità e arredo in una dimora eclettica lariana" si potranno scoprire i segreti della struttura sul sito e sui canali social

Scoprire da casa una delle principali bellezze architettoniche del territorio. In questo periodo in cui non è possibile visitare giardini e musei a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, la Provincia di Lecco propone una iniziativa on-line per coloro che ancora non conoscono Villa Monastero e per chi desidera approfondire la propria conoscenza della Casa Museo.

L'iniziativa "Il bello dell'abitare a Villa Monastero: curiosità e arredo in una dimora eclettica lariana" vedrà la pubblicazione, sul sito di Villa Monastero e sui canali social Facebook e Instagram, di news, schede descrittive curate dal conservatore della Casa Museo Anna Ranzi e foto delle sale.

L'intento dell'iniziativa è ricordare al pubblico che Villa Monastero, conosciuta a livello internazionale quale sede di prestigiosi convegni e da alcuni anni sede per eventi privati di grande fascino e suggestione, ha una storia che inizia nel Medioevo.

La storia di Villa Monastero

Villa Monastero infatti è una dimora in stile eclettico in cui ogni ambiente è pervaso dallo spirito delle persone che vi hanno abitato nel corso dei secoli e hanno impresso il proprio stile e la propria personalità. L'edificio nasce come monastero femminile cistercense fondato alla fine del XIII secolo; all'inizio del Seicento viene trasformato dalla famiglia valsassinese Mornico e successivamente ristrutturato e decorato, tra il 1897 e il 1909, dal suo proprietario tedesco Walter Kees. Nel 1936 la villa viene donata al Consiglio nazionale delle Ricerche per diventare bene pubblico e museo per volere dell'allora proprietario, il naturalista milanese Marco De Marchi. Nel 1940 viene aperto al pubblico il giardino e nel 1953 viene creato il centro congressi. Nel 2009 l'intero compendio viene acquistato dalla Provincia di Lecco, che la gestisce direttamente con continui interventi di valorizzazione e promozione.

Villa Monastero, la stagione si chiude alla grande: grandi speranze per il 2020

All'interno di Villa Monastero nel 2003 è stata istituita e aperta al pubblico la raccolta museale costituita da 14 sale con decorazioni e arredamento originali. La Casa Museo conserva inoltre la collezione di strumenti scientifici appartenuti a Giovanni Polvani, che fu presidente della Società italiana di Fisica e del Consiglio nazionale delle Ricerche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con questa iniziativa la Provincia di Lecco vuole accompagnare il pubblico in un percorso di scoperta e approfondimento, in vista della riapertura del Giardino Botanico e della Casa Museo in totale sicurezza, che si auspica possa avvenire quanto prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Omicidio di Olginate: dopo otto giorni, Stefano Valsecchi si è costituito

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Carabinieri in forze ed elicottero nei cieli di Calolzio, serrate ricerche per trovare il presunto omicida di Olginate

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento