Attualità Via Romitaggio, 1

I ragazzi di seconda media scrivono un libro: raccolti 1.800 euro per l'Africa

Alla "Kore" di Castello Brianza durante il lockdown è nato un racconto a 42 mani: il relativo libro, venduto nelle librerie, ha permesso di raccogliere fondi da destinare a una scuola in Kenya

I ragazzi della Kore promuovono la vendita del libro

Durante il lockdown dell'anno scorso, su proposta dell'insegnante di umanistica Carla Verderio, i ragazzi della seconda media (Classe VII) della scuola Kore a indirizzo steineriano di Castello Brianza hanno scritto un racconto a 42 mani. Lo scorso settembre, alla ripresa dell'anno scolastico, hanno deciso di trasformarlo in un vero e proprio libro da vendere non solo a parenti e conoscenti, ma anche attraverso importanti librerie. Tutto questo con uno scopo benefico: raccogliere fondi per una scuola in Kenya.

«Un’iniziativa nata per restare uniti almeno sul piano creativo si è trasformata in un percorso molto coinvolgente - racconta la professoressa Verderio - Ho cominciato io, scrivendo le prime cinque righe di un racconto avente per protagonisti due ragazzi coetanei dei miei studenti, quindi ho messo tutto nelle loro mani: ho inviato l'incipit al primo alunno, che ha avuto due giorni di tempo per aggiungere al massimo una decina di righe e indicarmi quale compagno desiderava che proseguisse con la scrittura. Da qui si è innescato il meccanismo che, dopo ben 42 passaggi, ha portato al racconto finito».

L'idea del libro

Una volta tornati in classe, alla professoressa non è sembrato giusto che l'importante sforzo compiuto dai suoi studenti restasse un bel gioco fine a se stesso, così è nata l'idea di realizzare un vero libro. I ragazzi si sono divisi in gruppi (Illustrazioni, Grafica e impaginazione, Amministrativo, Promozione e vendita) e, mese dopo mese, il progetto ha preso forma: «È stato un impegno affrontato con tanto entusiasmo: con il supporto di alcuni insegnanti e genitori esperti nei diversi settori, ogni gruppo ha profuso grandi energie per centrare i propri obiettivi. Non è stato facile arrivare in fondo, ma in aprile abbiamo potuto inviare i file del nostro racconto, intitolato "Non ascoltate le loro voci", in tipografia».

Dal libro di Emanuela mille euro per i pazienti oncologici del Manzoni

Le prime 150 copie sono state vendute in poche ore: «I ragazzi hanno organizzato banchetti nel parcheggio della scuola all'orario di uscita - spiega l'insegnante - Visto il grande successo abbiamo subito ordinato una ristampa di altre 250 copie che abbiamo distribuito nelle librerie Peregolibri di Barzanò, Lo Sciame di Arcore (e La Cicala di Merate, contattate direttamente dai componenti del gruppo Promozione e vendita. In totale al momento abbiamo raccolto oltre 1.800 euro. Quando avremo venduto tutte le copie, detratti i costi di stampa, devolveremo in beneficenza il denaro restante. La scelta di acquistare libri di testo per una scuola del Kenya non è casuale, ma si collega al programma scolastico di quest'anno che prevede, tra le varie cose, lo studio del grande continente africano».

Il libro "Non ascoltate le loro voci" si divide in due parti: la prima è costituita dal racconto illustrato, mentre la seconda è un vero e proprio making of nel quale l'insegnante narra lo svolgimento del progetto anche attraverso le impressioni degli alunni. «È stata una bella esperienza - ha concluso la professoressa Verderio - Sono sicura che i ragazzi la ricorderanno per sempre. La conoscenza è vera e profonda quando coinvolge la persona nella sua totalità».

La Scuola Kore di Castello Brianza

La scuola Steiner-Waldorf Kore è stata fondata nel 2003 grazie all'iniziativa di due famiglie che hanno dato vita a un piccolo gruppo gioco: il loro contributo, il loro entusiasmo e il loro impegno nel tempo hanno arricchito il territorio brianzolo di una specifica proposta pedagogica.

All'inizio i bambini erano otto. Non essendoci una sede, una delle due famiglie ha messo a disposizione la propria casa. Dal 2006 al 2012, grazie alle crescenti richieste e al grande impulso dei genitori, si è realizzato il ciclo scolastico dalla I alla V classe arrivando poi al completamento dalla classe VI all'VIII (le tre annualità della scuola secondaria di primo grado). A oggi, Kore ha salutato diverse classi di ragazzi che, cresciuti in questa realtà, frequentano ora le più svariate scuole secondarie e università del territorio.

Nel 2020 Kore ha ottenuto il riconoscimento come Scuola primaria e secondaria di I grado non paritaria ed è diventata socio ordinario della Federazione delle scuole Steiner-Waldorf in Italia. In Kore è attivo anche il Gruppo Gioco San Martino, per bambini dai 3 ai 6 anni.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ragazzi di seconda media scrivono un libro: raccolti 1.800 euro per l'Africa

LeccoToday è in caricamento