Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità Piazza Armando Diaz

«La serietà paga, anche in Consiglio Comunale»

Nigriello (PD): «Sull’emergenza Covid si è dimostrato che collaborare è possibile e che le strumentalizzazioni non trovano appoggio nemmeno dai colleghi»

Roberto Nigriello, capogruppo Pd in Consiglio Comunale

«Dal Consiglio comunale di lunedì sera una cosa emerge in modo chiaro ed evidente: il centrodestra non si muove unito, e per fortuna! Da una parte, infatti, c’è chi, con grande senso di responsabilita?, antepone il bene della città alle logiche di partito; dall’altra c’è chi propone emendamenti pretestuosi e strumentali che sono stati rigettati dalla minoranza stessa». E' cosi? che Roberto Nigriello, capogruppo PD in Consiglio comunale a Lecco, ha commentato l’approvazione da parte dell’assise di un ordine del giorno presentato dal gruppo di Forza Italia - Lecco Merita di Più, e integrato della maggioranza, sulle azioni che l’Amministrazione deve mettere in campo a proposito dell’emergenza Covid. «Si è dimostrato che la collaborazione tra forze di maggioranza e minoranza sui temi per il bene della città è possibile, sorpassando le strumentalizzazioni di chi, invece, non vuole proprio cambiare passo nel suo modo di fare politica».

Durante la discussione, infatti, il gruppo della Lega ha abbandonato l’aula e il gruppo di Fratelli d’Italia si è spaccato al suo interno. «Come maggioranza abbiamo ascoltato le proposte del gruppo di Forza Italia, c’è stato con loro un confronto costruttivo e siamo arrivati a un documento unico condiviso - prosegue Nigriello -. Nel nostro programma avevamo detto che le nostre parole d'ordine sarebbero state l’ascolto, il confronto e la decisione e così abbiamo fatto».

«Come maggioranza abbiamo apportato proposte sia di forma che di contenuto al testo presentato dal consigliere Minuzzo, proposte che sono state accettate - aggiunge il capogruppo dem -. Ad esempio, abbiamo voluto inserire un passaggio sulle potenziali vittime di usura: l’Amministrazione s’impegna a costituire un fondo, o analoghi strumenti di sostegno, per le realtà escluse dai ristori del Governo, in particolare dando supporto ai soggetti potenziali vittime di usura che sono meritevoli di accedere al fondo. Siamo felici che buona parte del centrodestra, compreso il consigliere Ciresa, abbiano supportato queste proposte e riconosciuto quanto fatto dalle Amministrazioni di centrosinistra fin dall’inizio dell’emergenza».

Nel documento emendato dalla maggioranza si legge che la Giunta guidata da Mauro Gattinoni dovrà impegnarsi a rafforzare il sistema delle azioni di sostegno per le realtà escluse dagli interventi nazionali e/o regionali in favore dei lavoratori che hanno subito pregiudizi economici a causa della pandemia. Stesso discorso per gli operatori economici e sociali che non avevano e/o non hanno i requisiti per accedere agli interventi economici previsti dagli enti superiori, ossia coloro che hanno ricevuto una delibera negativa dal medio credito centrale alla richiesta di garanzia o quelle categorie di operatori esclusi ab origine.

«Il consigliere Minuzzo, che ha presentato l’ordine del giorno, ha accettato in toto gli emendamenti proposti dalla maggioranza mentre sono stati bocciati gli emendamenti proposti in maniera pretestuosa e strumentale dal consigliere Zamperini di Fratelli d’Italia, che ha preferito dedicare la sua serata all’ostruzionismo. Anche il voto favorevole al documento emendato da parte di Forza Italia - Lecco Merita di Più, del consigliere Ciresa e di metà del gruppo di Fratelli d’Italia è significativo: insomma, il centrodestra si è spaccato tra chi ha preferito la serietà e chi no. E questo è il vero dato politico emerso lunedì in Consiglio», conclude Nigriello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La serietà paga, anche in Consiglio Comunale»

LeccoToday è in caricamento