Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità Piazza Armando Diaz, 1

Gattinoni sottoscrive lettera al Governo per chiedere la riduzione dei rischi dell'amianto

L'istanza principale del Cnaa è accelerare la bonifica dell'amianto in tutti gli ambienti di vita e di lavoro e di garantire una migliore assistenza sanitaria e tutela sociale

Il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni

Oggi, mercoledì 28 aprile, la Giornata mondiale in ricordo delle vittime dell'amianto. Per questa importante ricorrenza, il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni ha sottoscritto, su invito del Gruppo Aiuto Mesotelioma Odv, la lettera del Coordinamento Nazionale Associazioni Amianto destinata al Governo italiano, ai presidenti di Camera e Senato e ai presidenti dei gruppi parlamentari.

La richiesta principale del Cnaa è di accelerare la bonifica dell'amianto in tutti gli ambienti di vita e di lavoro e di garantire una migliore assistenza sanitaria e tutela sociale attraverso cinque azioni:

  1. estendere il super bonus del 110% direttamente alla bonifica dell’amianto negli immobili privati;
  2. pieno utilizzo delle risorse Inail per la bonifica dell’amianto nei processi produttivi;
  3. finanziare la ricerca per la cura dei tumori asbesto correlati, a partire dal mesotelioma;
  4. rendere più dignitose le attuali prestazioni del Fondo per le Vittime dell'Amianto;
  5. riconsiderare i tempi di accesso alle prestazioni previdenziali per i malati e gli esposti all’amianto.

Insieme al sindaco di Lecco hanno sottoscritto la lettera altri primi cittadini, associazioni ambientaliste, sanitarie e sindacali, realtà impegnate nella ricerca e nella lotta ai tumori, del mondo produttivo, industriale e agricolo.

Amianto, il Gruppo Aiuto Mesotelioma scrive al Governo: «Liberate il futuro»

«Il Comune di Lecco è da tempo impegnato nella lotta all’amianto, in particolare attraverso la collaborazione con l’associazione Gruppo Aiuto Mesotelioma Odv, con la quale l'Amministrazione comunale ha appena rinnovato il protocollo d’intesa per uno sportello informativo gratuito - spiega il sindaco Mauro Gattinoni - Lo sportello consente ai cittadini di ricevere gratuitamente informazioni generali sull'amianto, sul mesotelioma e sulle malattie correlate, sui diritti per chi si ammala e sulle procedure amministrative. Allo stesso tempo - prosegue il sindaco - nel luglio scorso, attraverso il bando istituito dall'ufficio ambiente "Bando all’amianto!" il Comune ha messo a disposizione 50mila euro di contributi per la rimozione e lo smaltimento dei materiali contenenti amianto in immobili: a oggi 27 sono stati gli utenti che hanno richiesto e ottenuto il contributo, per un totale ritenuto idoneo e ammesso a finanziamento pari a 48.283,45 euro. Un risultato importante che ha intercettato una richiesta reale della cittadinanza e che porta a un importante risultato: meno amianto nella nostra città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gattinoni sottoscrive lettera al Governo per chiedere la riduzione dei rischi dell'amianto

LeccoToday è in caricamento