Attualità

L'appello del Soccorso alpino: «Non siate sprovveduti in montagna»

Come ogni estate è boom di interventi: dal Cnsas un decalogo comportamentale per evitare rischi inutili, dal meteo agli itinerari, ad abbigliamento e attrezzatura

Boom di interventi in montagna per persone in difficoltà: normale amministrazione per gli uomini del Soccorso alpino durante la bella stagione, ma spesso gran parte di queste uscite si potrebbe evitare, se escursionisti e utenti della montagna usassero il buon senso e seguissero alcune norme di comportamento basilari.

Sfiniti sul sentiero: escursionisti tratti in salvo sotto il temporale

In loro aiuto arriva proprio il Soccorso alpino, ente deputato a intervenire in caso di emergenze, con un decalogo comportamentale apparso sulla pagina Facebook nazionale. «In questi giorni, il Cnsas sta effettuando un elevato numero di interventi: come accade di solito, il periodo estivo è quello in cui ci sono più richieste di soccorso, anche perché aumentano le persone che vanno in montagna - si legge - Diversi interventi potrebbero essere evitati, con un'attenzione maggiore alla prevenzione e alla sicurezza».

I consigli del Cnsas

Da qui una serie di consigli che chiunque, fra appassionati e utenti dei nostri monti, dovrebbe tatuarsi sulla pelle. «Controllate le previsioni del tempo; informatevi sugli itinerari che intendete fare - durata, difficoltà - e sul grado di preparazione fisica o di competenza che richiedono; dite ad altre persone, familiari, rifugisti, amici, dove avete intenzione di andare; verificate di avere abbigliamento e attrezzatura adeguati, a partire dalle scarpe».

Sul sito www.sicurinmontagna.it è possibile reperire molte informazioni e opuscoli in pdf da scaricare, per recarsi in montagna in sicurezza.

Si perde sul Cornizzolo nel tardo pomeriggio: giovane recuperata dal Soccorso Alpino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello del Soccorso alpino: «Non siate sprovveduti in montagna»

LeccoToday è in caricamento