Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità Via Isidoro Calloni, 14

Solidarietà, parte da Lecco la raccolta fondi per aiutare il popolo armeno

A lanciare l'iniziativa di sensibilizzazione e di aiuto concreto alla popolazione, provata dallo scontro con l'esercito azero, è l'associazione "Amici Lecco-Vanadzor Italia Armenia"

La città di Vanadzor in Armenia (da Wikipedia)

Solidarietà al popolo armeno. A lanciare l'iniziativa di sensibilizzazione e di aiuto concreto è l'associazione "Amici Lecco-Vanadzor Italia Armenia" con sede in Via Calloni a Lecco, alla Cooperativa Libero Pensiero di Rancio. Scopo è portare all'attenzione la drammatica condizione nella quale il popolo armeno si dibatte dopo l'aggressione subita dall'esercito azero, che ha causato morti e feriti e oltre 110mila profughi.

«Abbiamo ricevuto il patrocinio e la condivisione sia del presidente della Provincia di Lecco sia del sindaco della città di Lecco, oltre a un significativo accordo con la Fondazione Comunitaria del Lecchese - spiegano dal sodalizio - Gli aiuti economici verranno infatti canalizzati alla Fondazione e successivamente tramite la nostra associazione agli amici armeni di Vanadzor. Nel contempo abbiamo coinvolto e informato l'intero mondo del lavoro e sociale: le organizzazioni Sindacali, tutte le associazioni imprenditoriali, gli Ordini e i Collegi Professionali, l'Ufficio scolastico provinciale e il Decanato lecchese».

Una marea di "Scatole di Natale", la generosità dei lecchesi in un'immagine

«Abbiamo scelto di dedicare a questo progetto l'intero anno 2021, durante il quale saremo a disposizione per meglio argomentare questa nostra scelta solidale e di amicizia, che nacque nel 1988, anno del disastroso terremoto - proseguono dall'associazione - Sia nelle scuole che in ogni realtà dove verremo chiamati non mancheremo di aggiornare e dare il necessario rilevo all'andamento della raccolta fondi che trasmetteremo ai nostri amici di Vanadzor per la ricostruzione della loro scuola e anche per accogliere i ragazzi profughi con le loro famiglie dal Nagorno Karabakh. Pur considerando le criticità attuali causate dalla pandemia, dalla crisi sanitaria ed economica, siamo consapevoli che i cittadini e le famiglie lecchesi coglieranno la portata e l'elevato profilo della nostra iniziativa solidale nei confronti di un popolo meritevole ed esemplare per la sua dignità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà, parte da Lecco la raccolta fondi per aiutare il popolo armeno

LeccoToday è in caricamento