menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"A Conte, sparate": scritta (con svastisca) sui muri di Pescarenico

Un vandalo anonimo ha scelto i muri di un'abitazione per apporre la propria protesta a sfondo politico

Bomboletta di vernice, svastica e un improvvisato dialetto romano. Così un ignoto vandalo ha espresso il suo dissenso sui muri di un'abitazione in via dell'Isola a Pescarenico, rione di Lecco: sulle pareti esterne dell'immobile è stata disegnata la scritta "A Conte, sparate", evidentemente diretta al Presidente del Consiglio dei Ministri dopo l'entrata in vigore delle misure che regolano la "Fase 2" dell'emergenza Covid-19.

Riferimenti al nazionalsocialismo erano stati fatti anche domenica per protestare contro Dante De Capitani, sindaco di Pescate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento