rotate-mobile
Attualità Pescate

"Il progetto del quarto ponte non si tocca"

L'affondo del sindaco di Pescate, De Capitani: "Di recente a Lecco c'è stato un traffico infernale e la colpa secondo gli amministratori lecchesi è del quarto ponte che non c'e. Mi meraviglia che a progetto approvato in tanti cerchino di cavalcarlo per mandarlo fuori giri"

Non si ferma il confronto-scontro tra Lecco e Pescate sul quarto ponte. "Negli scorsi giorni e settimane c'è stato un traffico infernale a Lecco e la colpa secondo gli amministratori dell'opposta sponda, è del Quarto ponte che non c'e". Interviene oggi Dante De Capitani, sindaco di Pescate, rilanciando con forza l'opera pubblica. "Quarto ponte, che è bene ricordarlo, lo ha voluto e chiesto ad Anas la sola Amministrazione di Pescate, altrimenti ora non ci sarebbe nessuna ipotesi e alternativa viabilistica nel circondario lecchese  - incalza De Capitani - Mi meraviglia il fatto che a progetto approvato in tanti cerchino di cavalcarlo per mandarlo fuori giri".

Il sindaco di Pescate ha quindi aggiunto: "La realtà dei fatti è una sola, e cioè che il quarto ponte non può essere modificato senza il consenso di Pescate e mi preme sottolineare una volta per tutte che, dopo aver visto le modifiche proposte da Lecco, quel consenso non arriverà".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il progetto del quarto ponte non si tocca"

LeccoToday è in caricamento