Nuovo tema / Centro storico / Piazza Stazione

Metà giornata senza treni, “avvisati con un giorno e mezzo di anticipo”

Lavori tra Lecco, la Brianza e Milano: disagi in arrivo per il pomeriggio di sabato

Si torna a discutere sul tema Trenord. Nel fine settimana, specificatamente nel pomeriggio di sabato, si registreranno nuovi tagli alla circolazione e questo ha generato la reazione anche del Partito Democratico attraverso il consigliere lecchese Gian Mario Fragomeli, che in questi giorni ha partecipato alla commissione Trasporti sul tema linea S7 Lecco-Molteno-Monza-Milano e ha ora presentato una nuova interrogazione. RFI ha comunicato che, per lavori di potenziamento a Monza, dalle ore 14.45 di sabato 29 alle ore 7 di domenica 30 giugno il servizio delle linee che transitano dalla stazione subirà modifiche e variazioni.

In particolare, dalle 14.45 del 29 alle 7 del 30 giugno sarà sospesa la circolazione dei treni fra Carnate Usmate e Monza, con impatto sul servizio delle linee Milano-Lecco-Sondrio-Tirano, S8 Milano-Carnate-Lecco, Milano-Carnate-Ponte San Pietro. Le due stazioni saranno collegate da bus sostitutivi.

Dalle 21.03 del 29 alle 7 del 30 giugno sarà sospesa la circolazione dei treni anche fra Seregno e Milano, con modifiche al servizio delle linee RE80 Milano-Chiasso-Locarno, S11 Chiasso-Como San Giovanni-Milano, S9 Saronno-Seregno-Milano Lambrate. Tra Seregno e Milano sarà attivato un servizio sostitutivo su bus.

Negli orari di interruzione, Trenord invita i passeggeri a evitare di utilizzare le linee interessate dalle modifiche.

I clienti in possesso di biglietti e abbonamenti per la tratta Lecco-Monza potranno viaggiare lungo gli itinerari alternativi via Molteno e via Bergamo-Treviglio con lo stesso titolo di viaggio. Inoltre, biglietti e abbonamenti validi sui collegamenti tra Milano e Como San Giovanni/Camerlata potranno essere utilizzati anche sulla direttrice Milano Cadorna-Saronno-Como Lago.

Le modifiche al servizio per l’interruzione Carnate-Monza

Negli orari di interruzione della circolazione fra Carnate e Monza dalle 14.45 del 29 alle 7 del 30 giugno, i treni della linea Milano-Lecco-Sondrio-Tirano viaggeranno solo fra Colico e Carnate; i treni della linea S8 Milano-Carnate-Lecco solo fra Lecco e Carnate; i treni della linea Milano-Carnate-Ponte San Pietro solo fra Ponte San Pietro e Carnate.

Fra Carnate e Monza sarà attivato un servizio sostitutivo su bus. Fra Monza e Milano i viaggiatori potranno utilizzare il servizio delle linee RE80 Locarno-Chiasso-Milano e S11 Chiasso-Como San Giovanni-Milano. 

Le modifiche al servizio per l’interruzione Seregno-Milano

Nel periodo di interruzione della circolazione fra Seregno e Milano dalle 21.03 del 29 alle 7 del 30 giugno, i treni della linea RE80 Milano-Chiasso-Locarno viaggeranno solo fra Locarno e Seregno; i treni della linea S11 Chiasso-Como-Milano solo fra Chiasso e Seregno.

Da e per Como, i viaggiatori potranno utilizzare le corse della linea Como Lago/Camerlata-Milano Cadorna. Da e per Camnago-Lentate saranno disponibili le corse della linea S4 Milano Cadorna-Camnago.

A causa dell’interruzione, i treni della linea S9 Saronno-Seregno-Milano Lambrate circoleranno solo fra Saronno e Seregno.

I viaggiatori potranno utilizzare da e per Cesano Maderno le corse delle linee S4 Milano Cadorna-Camnago e Milano-Asso; da e per Saronno le corse delle linee regionali e suburbane che raggiungono la stazione – cioè le linee Milano Cadorna-Novara Nord, Milano Cadorna-Como Lago, Milano Cadorna-Varese Nord-Laveno Mombello Lago, S1 Saronno-Milano Passante-Lodi, S3 Saronno-Milano Cadorna – e il collegamento aeroportuale Malpensa Express.

“Presentata un'altra interrogazione”

“A parole questa regione vuole potenziare il turismo, ma nei fatti lo disincentiva completamente. L’ennesima dimostrazione per quanto riguarda il ramo lecchese del lago, viene dall’ultima novità di Trenord: avvisa che nel week end non ci saranno treni per Lecco sul sito e sulle app, che non tutti hanno sul proprio smartphone, soprattutto se si tratta di turisti, solo un giorno e mezzo prima. Per il resto, nessun annuncio vocale, nessuna comunicazione o affissione. Decisamente non è il miglior modo per richiamare le folle”, è incredulo Gian Mario Fragomeli, consigliere regionale del Pd, di fronte all’ennesima gaffe di Trenord, questa volta non con i pendolari, ma con il traffico turistico del fine settimana. Per questo ha presentato una nuova interrogazione, a risposta scritta, sulla mancanza di treni diretti a Lecco nelle giornate di sabato 29 e domenica 30 giugno 2024.

“Nel testo chiedo all’assessore regionale ai Trasporti se Regione Lombardia, che ha il compito di verificare il rispetto del Contratto, monitorando l’andamento del servizio, controllando il livello di qualità erogata, tra cui la puntualità e la regolarità, è a conoscenza di questo grave disagio causato da una così tardiva comunicazione. E come intende sollecitare Trenord a fornire avvisi più tempestivi, attraverso tutti i canali informativi, circa le interruzioni programmate e non solo a ridosso delle interruzioni stesse, al fine di ridurre al minimo i disagi su una linea particolarmente frequentata nei fine settimana”, fa sapere Fragomeli.

“Ricordo che solo poche settimane fa abbiamo affrontato, anche con il Prefetto, la situazione che si è venuta a creare nella stazione di Varenna, sovraffollata di turisti in attesa dei treni durante il weekend, pericolosa e per nulla civile. Proprio in quell’occasione, era stato apertamente detto, anche dalla stessa Trenord e da Regione, che l’obiettivo era semmai quello di potenziare il servizio ferroviario sulla linea, di favorire i flussi turistici con i mezzi pubblici, di avere un occhio di riguardo per il lago e le sue perle. Ed eccoci qua: addirittura un intero fine settimana senza treni e comunicato in ritardo e male”, insiste il dem.

“Rispondendo a una mia precedente interrogazione, Regione Lombardia mi aveva comunicato che, vista la richiesta di mobilità turistica nei festivi in aumento, aveva richiesto a Trenord un allungamento del servizio Colico–Lecco fino a Milano e, con il cambio orario di giugno, un completamento del cadenzamento RE8 al sabato e festivi. D’altra parte, il tempo di percorrenza da Milano a Lecco è inferiore a un’ora, non dovrebbero esserci problemi. Ma oggi siamo al Far west, alle carovane: servono le ore per arrivare a 50 chilometri di distanza. Figuriamoci adesso che hanno pure tolto il servizio e hanno avvisato un attimo prima”.

Eppure, ne è convinto Fragomeli, “Trenord è a conoscenza da tempo del blocco delle partenze da Milano verso Lecco per i giorni 29 e 30 giugno, dopo le 14.20. Dopo quell’orario, partendo da Milano, sarà possibile raggiungere Lecco unicamente cambiando due treni e un autobus, aumentando di conseguenza il tempo di percorrenza fino a quasi due ore. La sintesi è una: ai turisti non possiamo che dire che nell’ultimo week end di giugno è meglio che vadano altrove, se non vogliono passare la giornata tra treni e autobus e probabilmente non hanno avuto il tempo di scoprirlo. Incredibile”, conclude il consigliere Pd.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metà giornata senza treni, “avvisati con un giorno e mezzo di anticipo”
LeccoToday è in caricamento