Il treno parte in anticipo e lascia a terra i pendolari increduli

A segnalare l'accaduto il referente del settore trasporti della Cisl di Sondrio, Michele Fedele

Sarebbe dovuto partire alle 17.41 dalla stazione ferroviaria di Sondrio ma per qualche motivo il treno regionale che transita a Lecco e conduce a Milano, molto utilizzato da tanti pendolari che quotidianamente operano nel capoluogo valtellinese per tornare a casa la sera, è partito con 3 minuti di anticipo.

È quanto raccontato dal referente del settore trasporti del sindacato Cisl, Michele Fedele: «Assume aspetti paradossali la condizione di disagio che, oramai, è quasi quotidianamente presente nel trasporto ferroviario nella provincia di Sondrio. Siamo, infatti, abituati ai continui ritardi dei treni che letteralmente "avvelenano" la vita soprattutto ai nostri pendolari, lavoratori e studenti che viaggiano in treno e che, troppo spesso, arrivano in ritardo al lavoro o che troppo tardi fanno ritorno nelle proprie abitazioni alla fine della giornata lavorativa o di studio. Mai, però, avremmo pensato a un disagio determinato, questa volta, non da un ritardo, bensì da un anticipo».

Domenica nera per la tratta Tirano-Lecco-Milano, Trenord si difende

«Ci è stato segnalato da alcuni pendolari della Valchiavenna che svolgono a Sondrio la propria attività lavorativa, che giovedì scorso, 26 settembre 2019, il treno, la cui partenza era prevista dalla stazione di Sondrio alle ore 17.41, è partito da detta stazione con circa 3 minuti di anticipo, lasciando a terra almeno una decina di viaggiatori che, sbalorditi ed increduli, hanno visto allontanarsi il treno con largo anticipo sull'orario di partenza previsto» continua Fedele.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia su Sondrio Today

«Purtroppo, i disagi sulla nostra linea ferroviaria non sono determinati solo dalle grosse carenze infrastrutturali o dai convogli troppo vecchi per circolare in efficienza. Spesso alcuni problemi dipendono da piccole mancanze, quali: comunicazioni carenti, autobus sostitutivi mancanti, sale d'aspetto chiuse, coincidenze che "coincidono" poco e, adesso... anche treni che partono in anticipo! Per eliminare questo tipo di problemi non occorrono grossi investimenti, ma una maggiore attenzione e, forse, un po' di buona volontà» ha concluso il rappresentante della Cisl.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecco usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Coronavirus, il punto: sessanta casi nel Lecchese. «Situazione critica, i cittadini possono fare la loro parte»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento