menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccinazioni anti-Covid: aperte le prenotazioni per la fascia 70-74 anni. Come fare: la guida

Il piano è avanzato allo step successivo con una settimana d'anticipo: si parte giovedì 8 aprile

Rispetto a quanto originariamente previsto dal piano vaccinale, sono partite oggi, in anticipo di una settimana, le prenotazioni del vaccino anti Covid-19 per la fascia d'età 70-74 anni. Secondo il piano annunciato appena qualche giorno fa, invece, l'apertura era prenotazioni sarebbero dovuto partire il prossimo 15 aprile. La novità è stata resa pubblica da Attilio Fontana, governatore della Lombardia, intervistato da Rtl 102.5. Le date delle vaccinazioni dovrebbero invece rimanere invariate: dal 27 aprile all'8 maggio.

Si utilizza sempre il portale di Poste, ormai attivo anche per i residuali ultra 80enni che non avevano ancora aderito alla campagna vaccinale ma sono intenzionati a farlo. In pochi minuti si ottiene l'appuntamento scegliendo data e fasce orarie. Altrimenti si può telefonare al numero verde nazionale, 800.894.545, oppure inserire la propria tessera sanitaria in uno sportello bancomat delle Poste, o ancora rivolgersi ai portalettere. Da giovedì 8 aprile, dunque, si possono quindi prenotare tutti coloro che sono nati almeno nel 1951.

Per quanto riguarda i vaccini, Fontana ha confermato l'accordo con le associazioni di rappresentanza delle imprese. Il Governo, con il nuovo protocollo sulla sicurezza nei luoghi di lavoro siglato con i sindacati e i rappresentanti dei datori di lavoro, ha di fatto dato il via libera allle vaccinazioni in azienda, un segnale atteso in Lombardia dove è già stato raggiunto a marzo un accordo simile.

Se hai tra i 70 e i 74 anni, da giovedì 8 aprile puoi prenotare la tua vaccinazione in tutta semplicità scegliendo la modalità a te più comoda fra quelle elencate:

  • online sul sito www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it
  • tramite sportello Postamat, anche se non sei correntista, inserendo la tessera sanitaria, il cap di residenza/domicilio e il tuo numero di cellulare
  • con l’aiuto dei Portalettere, che possono effettuare per te la prenotazione
  • telefonando al numero verde 800 894545

«Gli over 75 hanno rinunciato»

«Apriamo ai settantenni perché l'adesione della fascia tra i 75 e i 79enni, dopo un primo giorno molto promettente, è inferiore al previsto. E la causa è AstraZeneca». A spiegarlo è stato il direttore generale al Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi: «Se un 80enne rifiuta un vaccino AstraZeneca non sappiamo nemmeno noi come comportarci. È un problema. Ci stiamo pensando, per ora lo mettiamo in coda - ha aggiunto -. Sono preoccupato per i prossimi giorni in cui chiudiamo gli over 80 e iniziamo i disabili e domiciliari - ha detto -. Il rischio di qualche scivolone c'è, ma poi si aprirà la partita più agevole delle fasce anagrafiche».

vaccini over 70-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Lotta al Covid-19: oggi arrivano oltre tremila vaccini Moderna

  • Attualità

    Nuovo mistero "lecchese": «Volto di Gesù nella manica della Gioconda»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento