Attualità

Vaccino anticovid: in Lombardia effettuate 256mila somministrazioni, il 67% a operatori sanitari

«Il personale vaccinato rientra nelle categorie indicate dalla struttura commissariale per la prima fase della campagna». A oggi oltre 24mila soggetti hanno completato il ciclo vaccinale con il secondo richiamo

Sono oltre 256mila i vaccini anticovid effettuati in Regione Lombardia, dato che si riferisce alla prima somministrazione del prodotto di Pfizer.

I dati più aggiornati sono stati resi noti da Regione Lombardia nella serata di giovedì 28 gennaio. Di questi, la stragrande maggioranza, più di 172mila (67,2%), sono stati somministrati a operatori sanitari di strutture pubbliche, private, Medici di Medicina Generale (MMg), Pediatri di libera scelta e liberi professionisti, 30mila (11,7%) a ospiti di strutture sanitarie e sociosanitarie e 54mila (21,1%) a operatori non sanitari (personale che opera nelle Aziende ospedaliere pubbliche, private, enti e strutture accreditate o autorizzate nell’ambito del Servizio Sanitario regionale).

Covid, in Lombardia l'11% del personale sanitario rifiuta il vaccino

Naturalmente la nota della Regione si riferisce anche all'analisi della Fondazione Gimbe, secondo la quale una larga parte delle somministrazioni avrebbe riguardato persone che al momento non ne avrebbero avuto necessità. «Il personale vaccinato rientra quindi nelle categorie indicate dalla struttura commissariale per la prima fase della campagna - chiarisce la Regione - Si evidenzia che a oggi oltre 24.000 su 320.000 soggetti hanno completato il ciclo vaccinale con il secondo richiamo. In merito alla ricostruzione fornita dalla Fondazione Gimbe, si sottolinea che questa non è coerente con l'attività vaccinale realmente svolta e comunicata al Ministero della Salute da Regione Lombardia».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino anticovid: in Lombardia effettuate 256mila somministrazioni, il 67% a operatori sanitari

LeccoToday è in caricamento