menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, l'8 marzo partono i vaccini per gli insegnanti: prenotazioni dal 4 marzo

Fruttuoso l'incontro tra Regione e sindacati della scuola. Il piano non modificherà le priorità rispetto alle persone fragili

In Lombardia partirà presto il piano di vaccinazioni anti Covid per il personale scolastico. E' il frutto di un incontro tra i sindacati e l'assessore all'istruzione e università Fabrizio Sala, insieme ai direttori generali del settore istruzione e del settore welfare. La Regione ha informato le organizzazioni sindacali che il piano vaccinale per il personale della scuola è pronto, e che il Ministero ha già comunicato alla Regione l'elenco del personale in servizio (circa 200 mila persone) registrato al sistema informatizzato centrale Sidi. Coloro che non sono presenti nel Sidi potranno telefonare a un numero verde per segnalare dove sono in servizio. 

La campagna partirà l'8 marzo, le prenotazioni dal 4 attraverso il portale web. Subito dopo sarà avviata anche quella per il personale dei centri di formazione professionale e delle scuole paritarie, per i quali gli elenchi nominativi non sono ancora pronti. I docenti dovranno accedere al portarele di Regione Lombardia per comunicare la propria adesione alla vaccinazione; il sistema assegnerà la data per il vaccino e lo slot dove si effettuera? la vaccinazione attraverso un sms.

«Questa operazione conferma l'attenzione verso il mondo della scuola - ha commentato la vicepresidente di Regione Lombardia, Letizia Moratti - e non va comunque ad interferire sul piano di vaccinazioni che stiamo proseguendo per gli ultraottantenni e per le categorie fragili».

Vaccini AstraZeneca. Atenei in autonomia

Per il personale fino a 65 anni, il vaccino utilizzato sarà quello di AstraZeneca. Secondo il piano, la Regione conta di chiudere la campagna per gli insegnanti nel giro di cinque settimane. Molto importante, il vaccino sarà effettuato indipendentemente dalla rsidenza. Per quanto riguarda le università, l'accordo prevede la fornitura del vaccino da parte di Regione Lombardia agli atenei, che effettueranno le vaccinazioni in autonomia. La Bicocca, a Milano, si è già organizzata e vaccinerà presso il suo centro medico anche il personale del Politecnico.

«Siamo soddisfatti del risultato raggiunto e di aver ribadito alla Regione il dato che il personale scolastico, con o senza gli alunni e studenti in presenza, e? sempre stato a scuola e ha svolto il proprio lavoro con passione e fatica data la situazione emergenziale. La priorita? ora condivisa deve essere incentrata su tutto il personale scolastico al quale chiediamo di aderire alla campagna di vaccinazione», commentano i sindacati.

«Ci preoccupano le criticità e i ritardi registrati nella prima fase della campagna vaccinale, dedicata agli over 80. Allo stesso tempo riteniamo che debbano essere vaccinati tutti coloro che operano nei servizi essenziali, comprese le scuole di ogni tipologia, ordine e grado», concludono Cgil, Cisl e Uil.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento