rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Vaccini covid, dal 18 gennaio possibile cambiare la data della terza dose

Novità sulle prenotazioni: previsto anche l'accesso diretto alla prima dose per i ragazzi della fascia 12-19 anni

Da martedì prossimo 18 gennaio si potrà cambiare la data di prenotazione della terza dose senza necessità di cancellare l’appuntamento preso prima di procedere alla scelta di una nuova data. Come annunciato oggi dagli uffici regionali, tale opportunità sarà consentita in automatico accendendo al portale www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it  Intanto a partire da domani, mercoledì 12 gennaio, i cittadini potranno effettuare una prenotazione (prima o terza dose) scegliendo tra due differenti modalità di ricerca:

  • Disponibilità dei centri per data: in funzione della data desiderata di prenotazione, la piattaforma propone al cittadino gli slot disponibili per ciascuna delle fasce orarie per ogni centro vaccinale presente sulla mappa visualizzata dalla piattaforma.
  • Disponibilità dei centri nell’area selezionata: in funzione del Cap indicato dal cittadino, la piattaforma propone al cittadino gli slot disponibili per ciascuna delle fasce orarie per ogni centro vaccinale presente sulla mappa visualizzata dalla piattaforma.

"In considerazione dell’aumento dei contagi da Covid-19 tra la popolazione giovanile - precisa inoltre Regione Lombardia - i ragazzi di età compresa fra i 12 e i 19 anni possono accedere alla somministrazione della prima dose senza prenotazione in tutti i centri vaccinali della Regione. Per rafforzare la protezione immunologica è importante procedere celermente con la prenotazione della terza dose attraverso i consueti canali"

L'85% del personale scolastico ha completato il ciclo vaccinale 

Intanto sempre oggi, martedì 11 gennaio, sono stati resi i dati riguardanti le vaccinazioni del personale scolastico nella nostra regione. In Lombardia più dell'85% del personale scolastico ha completato il ciclo di vaccinazione comprendente la seconda dose o il booster.

"Nello specifico - si legge in una nota diffusa dall'ufficio Welfare di Regione Lombardia - a fronte di una platea di oltre 334.000 soggetti (dati di aprile 2021), in circa 199.000 hanno ricevuto la dose addizionale/booster, ovvero quasi il 60% del totale. Inoltre 86.850 unità hanno completato il ciclo con la seconda dose: più del 25%. Più di 4.800 persone, poi, attendono la seconda inoculazione, mentre sono circa 700 le persone non vaccinabili perché attualmente infette Covid-19. Ammontano a poco meno di 43.000, infine, i soggetti che non hanno ricevuto nessuna dose, circa il 12% del totale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini covid, dal 18 gennaio possibile cambiare la data della terza dose

LeccoToday è in caricamento