rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità Calolziocorte

La gratuità vaccinale anti-Hpv estesa in Lombardia anche a tutte le donne over 25

Fermi e Tironi: "Fondamentale incentivare sempre di più la cultura della prevenzione"

La gratuità vaccinale anti-HPV è stata estesa in Lombardia anche a tutte le donne over 25, allo scopo di promuovere la titela della salute e le prevenzione. Lo ha reso noto la vicepresidente della Commissione regionale “Sanità e assistenza” Simona Tironi introducendo questa mattina a Palazzo Pirelli i lavori del convegno “HPV: l’impegno di Regione Lombardia per l’eliminazione dei cancri correlati al papilloma virus”, promosso dalla stessa Commissione regionale con l’obiettivo di presentare i provvedimenti e gli strumenti messi in campo dalla Regione per contrastare i tumori correlati al papilloma virus, ma anche le azioni promosse per accrescere la consapevolezza sui rischi e per diffondere le politiche di prevenzione. Il provvedimento interessa dunque anche le donne residenti a Lecco e provincia.

"Sono molte le azioni che abbiamo introdotto in Lombardia per il contrasto all’HPV (Human Papilloma Virus) e per l’eliminazione dei cancri correlati al Papilloma virus, prima fra tutte l’estensione della gratuità vaccinale anti-HPV alle venticinquenni in occasione del primo pap-test, resa possibile grazie ad una mia mozione e ad un mio emendamento al Piano Regionale per la Prevenzione - ha precisato inoltre Simona Tironi - Un modo semplice che permette di allargare la platea vaccinale e contribuire nell’azione di prevenzione per un male che rappresenta la seconda causa di morte tra le giovani donne di età compresa tra i 15 e i 44 anni. Momenti di approfondimento come questo sono fondamentali per continuare a condividere l’importanza della prevenzione, perché la prevenzione ci salva la vita”.

"L'hospice di Lecco è un fiore all'occhiello per la sanità lombarda"

A portare i saluti dell’istituzione regionale è stato il Presidente del Consiglio Alessandro Fermi che ha ricordato come la prevenzione sia un tema fondamentale, non solo dal punto di vista medico e scientifico ma anche sotto il profilo culturale. "Anche per questo è fondamentale cominciare a introdurre e diffondere sempre di più la cultura della prevenzione a partire dalle scuole - ha dichiarato Fermi - La Lombardia è tra le prime regioni in Europa per la qualità e l’eccellenza dei servizi di prevenzione e diagnosi precoce che riesce a offrire e per l’azione informativa e di sensibilizzazione sulla loro importanza, ma non dobbiamo dare nulla per scontato, come ci insegna anche quanto sperimentato in questi ultimi mesi sul tema della vaccinazione anti Covid".

Un contributo scritto è pervenuto è giunto anche dall’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti, impossibilitata a partecipare in presenza. Sono quindi seguiti gli interventi di numerosi medici ed esperti scientifici tra cui Agnese Collino responsabile della supervisione scientifica della Fondazione Umberto Veronesi, il coordinatore del corso di formazione regionale dei Medici di Medicina Generale Ovidio Brignoli, la coordinatrice dei Consultori familiari dell’Asst Spedali Civili di Brescia Luisa Soldati, il direttore generale della Lilt di Milano, Monza e Brianza Ilaria Malvezzi e il Presidente della Fondazione Aiom Giordano Beretta.

Il convegno di Palazzo Pirelli fa seguito alla celebrazione della Giornata Internazionale contro l’HPV che si è tenuta lo scorso venerdì scorso 4 marzo, ed è stata l'occasione per approfondire il tema con gli attori del mondo oncologico, acquisendo un loro contributo scientifico in merito alle politiche sanitarie regionali da attivare per contrastare ed eliminare il papilloma virus.

Il claim di quest’anno è “One Less Worry” (una preoccupazione in meno) e si inserisce nel percorso intrapreso da Regione Lombardia che ha recentemente ampliato la platea vaccinale alle donne over 25. Il vaccino gratuito anche per tale fascia d’età è stato introdotto attraverso l’approvazione di un emendamento al Piano Regionale della Prevenzione presentato da Simona Tironi: con questo Piano, Regione Lombardia è la prima regione italiana ad adottare formalmente gli obiettivi sanciti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla Commissione Europea per eliminare i tumori da HPV entro il 2030.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La gratuità vaccinale anti-Hpv estesa in Lombardia anche a tutte le donne over 25

LeccoToday è in caricamento