rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità Via dell'Eremo

Vaccino AstraZeneca: cosa succede ora?

Cosa succede adesso con le dosi di vaccino acquistate e per il momento sospese? E con coloro che attendono la seconda somministrazione de vaccino anglo svedese

Vaccino AstraZeneca sospeso in Italia dal 15 marzo su decisione dell'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco. La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno sul piano vaccinale della Lombardia e su quello nazionale. Un evento che ha contribuito a intasare di messaggi le chat dei gruppi di professori - una delle categorie che attualmente si stava sottoponendo al trattamento con il vaccino anglo svedese - preoccupati per la situazione d'incertezza che si è venuta a creare. «Dobbiamo temere per la nostra salute?» oppure «e adesso cosa dobbiamo fare per ottenere la nostra seconda dose di AstraZeneca?», il tenore delle domande circolate.

Vaccini AstraZeneca: cosa si aspetta?

Bene, i dubbi degli insegnanti sono gli stessi del resto della popolazione dal pomeriggio di lunedì. Ma adesso cosa succede? Per prima cosa si deve attendere il parere dell'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali. L'Ema ha indetto per giovedì una riunione straordinaria sul vaccino anti-covid di AstraZeneca. «Il Comitato per la sicurezza dell'Ema (Prac) esaminerà ulteriormente le informazioni» al riguardo «martedì, e ha convocato una riunione straordinaria giovedì 18 marzo per concludere su quanto raccolto e su qualsiasi ulteriore azione che potrebbe essere necessaria», annuncia la stessa agenzia in un una nota in cui spiega che «sta lavorando a stretto contatto con l'azienda, con esperti in malattie del sangue e con altre autorità sanitarie», tra cui l'ente regolatorio britannico, Mhra, per "la sua esperienza con circa 11 milioni di dosi somministrate del vaccino».

Vaccini covid, le indagini sulle trombosi

L'indagine, aggiunge l'Ema, «è proseguita nel fine settimana e nei prossimi giorni verrà condotta un'analisi rigorosa di tutti i dati relativi agli eventi tromboembolici» segnalati. «Gli esperti stanno esaminando nel dettaglio tutti i dati disponibili e le circostanze cliniche che riguardano i casi specifici per determinare se il vaccino potrebbe aver contribuito o se è probabile che l'evento sia stato dovuto ad altre cause».

L'Aifa ha poi spiegato che renderà nota «tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose».

Cosa deve fare chi ha ricevuto il vaccino AstraZeneca? Sicuramente deve evitare di assumere farmaci contro il rischio trombosi, a meno di indicazioni differenti da parte dei medici, insieme ai quali dovrebbe valutare cosa fare in caso arrivino sintomi diversi da quelli già segnalati come effetti collaterali conosciuti del siero. 

La Sistet rassicura i vaccinati: «Più benefici che rischi»

Come fare la seconda dose di AstraZeneca

«Confidiamo che chi ha ricevuto la prima somministrazione del vaccino AstraZeneca riceverà la seconda nei tempi previsti», ha affermato in un videomessaggio il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza. Rezza chiarisce inoltre che «l'Ema si riunirà a breve per chiarire ogni dubbio in modo da poter ripartire al più presto e in completa sicurezza con il vaccino AstraZeneca nella campagna vaccinale». Il vaccino, ricordiamo, in molti altri Stati, come l'Inghilterra, «va avanti» senza difficoltà. 

Da questo punto di vista, bisogna considerare che in Italia già più di un milione di cittadini sono stati vaccinati con Astrazeneca. Da qui a settembre l'Italia attende 34 milioni di dosi dello stesso farmaco: 50 da Pfizer/BioNTech e 26 da Johnson & Johnson.

Vaccini, la situazione in Lombardia

Dopo la nota dell'Aifa e la sospensione, tutte le regioni si sono adattate. «In ottemperanza alle indicazioni dell'Agenzia Italiana del Farmaco - ha fatto sapere l'assessore al welfare lombardo, Letizia Moratti - ho dato disposizione al direttore generale dell'assessorato regionale al Welfare di sospendere, con assoluta tempestività, la somministrazione del vaccino anti covid AstraZeneca su tutto il territorio regionale in attesa di ulteriori determinazioni da parte degli organi competenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino AstraZeneca: cosa succede ora?

LeccoToday è in caricamento