rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Attualità Bellano

Acquedotti in difficoltà: Lario Reti invita i cittadini a non sprecare acqua

Il deficit idrico causato dalla siccità sta creando problemi nella gestione degli impianti del territorio, come a Bellano e Ballabio. Ecco il vademecum da seguire per ridurre il consumo allo stretto indispensabile

La siccità in questo 2022 ha toccato livelli record. Non basta qualche isolato temporale a colmare un deficit idrico che affonda le radici nella stagione invernale/primaverile quasi completamente asciutta. 

Il prolungato periodo con assenza di precipitazioni, unito alle alte temperature estive, sta creando problemi alla gestione degli acquedotti nel territorio. È il caso di Bellano o Ballabio, dove Lario Reti Holding ha invitato i cittadini a limitare i consumi d'acqua. "L'analisi dei dati evidenzia una progressiva riduzione delle portate delle diverse fonti di alimentazione (pozzi, sorgenti) i cui volumi non risultano più sufficienti a coprire gli elevati consumi da parte delle utenze servite - spiega Roberto Gnecchi, direttore della Divisione Conduzione - Riteniamo pertanto importante e necessario elevare i livelli di attenzione e potenziare l'azione di sensibilizzazione verso un consumo consapevole della risorsa idrica, essendo ormai alto il rischio di interruzione/limitazione delle forniture. Il Gestore sta adottando tutte le misure previste dal Piano di Emergenza, che prevede tra le altre cose anche il reintegro dei serbatoi con autocisterna mobile. Al fine di non vanificare questi sforzi, ci permettiamo di chiedere supporto rispetto all'attività di sensibilizzazione delle utenze e presidio sul territorio per prevenire usi impropri/sprechi della risorsa idrica".

Un appello che vale per l'intero territorio lecchese. Riportiamo di seguito il vademecum pubblicato da Lario Reti Holding per una corretta gestione, senza sprechi, del consumo idrico.

Il vademecum anti-spreco

Evita sprechi nell'innaffiare orti e giardini

Puoi annaffiare le piante del terrazzo anche con l'acqua usata per lavare frutta e verdura, raccoglila in una bacinella dopo aver sciacquato gli alimenti. Innaffia il giardino con parsimonia e verso sera, quando il sole è calato, perché l'acqua evapora più lentamente e viene meglio assorbita dalla terra.

Tieni aperto il rubinetto solo quando serve

Chiudi il rubinetto mentre ti lavi i denti o ti fai la barba. I rubinetti hanno portata di 10 litri al minuto: lasciarli aperti mentre ci si lava i denti implica un consumo e uno spreco di diverse decine di litri. Se chiudi il rubinetto mentre ti lavi i denti, consumerai 1 litro di acqua anziché 20.

Fai il carico di pulito

Usa lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico e mantieni puliti i filtri: risparmierai anche energia elettrica. Scegli i programmi a bassa temperatura, un lavaggio in lavatrice richiede 80 litri d'acqua a 30°, il doppio a 90°. Accumula le stoviglie di più giorni prima di avviare la lavastoviglie. Lavare i piatti a mano comporta un consumo di acqua maggiore.

Riduci il lavaggio di autoveicoli

Se vuoi lavare l'auto rivolgiti all'autolavaggio con consumi e scarichi controllati oppure usa secchio e spugna: risparmierai circa 130 litri di acqua per ogni lavaggio rispetto al getto della canna.

Scegli la doccia invece del bagno

Il consumo d'acqua per un bagno può essere fino a quattro volte superiore rispetto a quello per una doccia: ovviamente, dipende dalla durata della doccia, tuttavia una vasca da bagno contiene 100-160 litri d'acqua, mentre una doccia di 5 minuti fa consumare 75-90 litri e una di 3 minuti 35-50 litri.

Applica i riduttori di flusso

Applica i frangigetto ai rubinetti di casa: sono dispositivi economici e facili da montare. Riducono il getto di acqua in uscita dal rubinetto, miscelandolo con l'aria, senza diminuire la resa lavante, e permettono di risparmiare fino al 50% dell'acqua usata.

Evita il frequente ricambio delle piscine

Evita, se puoi, il riempimento e il frequente ricambio delle piscine anche di piccole dimensioni. Una piscina di piccole dimensioni comporta un utilizzo di acqua pari al consumo di una famiglia di tre persone in una settimana.

Ripara le perdite

Se dal tuo rubinetto scende una goccia al secondo butterai fino a 2.000 litri all'anno. La sera, prima di dormire, controlla che tutti i rubinetti di casa siano ben chiusi e leggi sul contatore dell'acqua il livello di consumo raggiunto; al mattino, appena sveglio, prima di iniziare la giornata, controlla di nuovo quanto segna il tuo contatore: una differenza anche minima significa che c'è una perdita.

Misura il tuo consumo

Il tuo consumo giornaliero pro-capite dovrebbe essere mediamente compreso tra 150 e 160 litri d'acqua. Una famiglia di tre persone dovrebbe consumare mediamente un metro cubo d'acqua alla settimana. Un consumo nettamente superiore potrebbe essere dovuto a una perdita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquedotti in difficoltà: Lario Reti invita i cittadini a non sprecare acqua

LeccoToday è in caricamento