Attualità

Gli Amici della Val Codera puntano su "Iperal per il Sociale". L'obiettivo è l'acquisto di defibrillatori

L'associazione aderisce all'iniziativa "La Spesa che Fa Bene" promossa dalla catena di supermercati: a disposizione 250.000 euro per il volontariato. I Dae sarebbero dislocati nelle valli di difficile accesso

L'Associazione Amici Val Codera Odv ha aderito nuovamente all'iniziativa "Iperal per il sociale: la spesa a sostegno delle associazioni benefiche del territorio". Anche quest'anno infatti la spesa dei clienti Iperal può trasformarsi in un sostegno concreto a favore delle associazioni di volontariato della zona.

Il progetto, denominato "Valli cardioprotette", ha lo scopo di installare dei Dae, defibrillatori automatici, e organizzare relativi corsi di formazione per operatori nei borghi di Val Codera e di Val dei Ratti, appena fuori dai confini settentrionali della nostra provincia. Nelle valli di difficile accesso e senza possibilità di soccorsi immediati, un Dare può salvare una vita. Per questo l'associazione chiede il sostegno della cittadinanza; il codice per dedicare i punti all'Associazione Amici Val Codera è il 208.

Valmadrera: la Protezione Civile scelta da "Iperal per il Sociale". L'obiettivo è l'acquisto di due automezzi

Come funziona "La Spesa che fa Bene" di Iperal

Invariate rispetto all’ultima edizione le modalità di assegnazione. I clienti di Iperal potranno accumulare “punti Iperal sociale” in maniera automatica: facendo i propri acquisti presso i punti vendita Iperal o con la spesa on line per ogni 20 euro spesi verrà caricato un punto sulla CartAmica, due per i possessori di CartAmica oro. Ci saranno 36 giorni, dal 24 marzo al 28 aprile, per raccogliere i punti e altri 13 per scegliere a quale associazione destinarli. Entro l'11 maggio i clienti potranno comunicarlo alla cassa del proprio negozio Iperal oppure utilizzare l'apposita sezione dell'App Iperal.

Le 190 associazioni di volontariato, selezionate tra quelle che hanno presentato la loro candidatura, sono suddivise nelle cinque aree coinvolte: Valtellina e Alto Lario; Lecco e Como; Milano e Brianza; Valcamonica; Valli bergamasche e Bergamo. Grazie all'iniziativa di Iperal e alla generosità della clientela riceveranno ciascuna un contributo compreso tra 500 e 7000 euro, sulla base delle preferenze espresse.

Iperal-2

Complessivamente Iperal distribuirà 250 mila euro tra le associazioni, in un momento particolarmente  difficile per la lunga emergenza sanitaria che ha inciso in maniera negativa anche sulle loro attività. Sono state quasi 350 le candidature ricevute nello scorso mese di febbraio: un record che conferma l'importanza dell'iniziativa solidale. La selezione, completata nei giorni scorsi, ha comportato l'attenta analisi di ciascuna delle associazioni candidate rispetto alla rispondenza ai requisiti richiesti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli Amici della Val Codera puntano su "Iperal per il Sociale". L'obiettivo è l'acquisto di defibrillatori

LeccoToday è in caricamento