Valmadrera: intitolata al Cardinale Martini la nuova area di Parè. «Teniamo viva la sua persona»

Il sindaco Antonio Rusconi ha fatto gli onori di casa, ospitando Mons. Erminio De Scalzi e Giovanni Facchini Martini, nipote del Cardinale

Il cartello che si affaccia sull'area BONACINA/LECCOTODAY

Un segno ben visibile del legame tra Valmadrera e il Cardinale Carlo Maria Martini, scomparso il 31 agosto 2012 a Gallarate. Nella mattinata di sabato 26 settembre l'Amministrazione comunale l'ha rinsaldato nuovamente inaugurando la nuova area di Parè, dedicata proprio alla memoria dell'ecclesiastico, che varie volte è stato in città durante la sua vita. Nella scorsa primavera, infatti, la Giunta comunale ha mosso i passi formali per procedere con l'intitolazione della nuova strada sul lungolago che attraversa la zona di Parè, oggetto di un importante intervento, che ha visto la costruzione, da parte del privato, di un prestigioso insediamento residenziale e la realizzazione da parte del Comune del parco urbano.

intitolazione carlo maria martini parè valmadrera 26 settembre 20201-2

La cerimonia d'intitolazione del viale e l’inaugurazione del parco urbano sono state precedute dalla Santa Messa celebrata alle nove da Sua Eccellenza Mons. Erminio De Scalzi, primo segretario del Cardinale Martini, nella Chiesa di Parè. Alle dieci il sindaco Antonio Rusconi, De Scalzi e Giovanni Facchini Martini, nipote del Cardinale, hanno parlato al pubblico intervenuto: «Intitolare una strada vuol dire dare un significato, un senso a dei luoghi - ha detto il primo cittadino durante il suo lungo discorso -. Penso al termine del discernimento, della capacità di distinguere ciò che è essenziale da ciò che non serve, che in questo periodo è tornata d’attualità. Abbiamo pensato che il richiamo del nome del cardinale favorisse un pensiero di unione e riflessione a credenti e non».

intitolazione carlo maria martini parè valmadrera rusconi de scalzi 26 settembre 20207-2

Monsignor Erminio De Scanzi, invece, ha portato il saluto dell’arcivescovo Mario Delpini, espresso in una lunga lettera scritta a mano, che ha ringraziato l’Amministrazione per la scelta. Sorridente e soddisfatto Giovanni Facchini Martini: «Con questi atti si tiene viva una persona attraverso la sua memoria. Per me è stato un privilegio avere avuto il cardinale Martini come zio. È bello pensare che tante persone lo ricordino come un padre spirituale ed è bello che questa famiglia allargata continui a riunirsi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

intitolazione carlo maria martini giovanni facchini parè valmadrera 26 settembre 20204-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Postavano sui social video girati a Lecco con pistole e maceti, blitz della Polizia contro la "Baby Gang"

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

  • Coronavirus, il punto: numero record di positivi nel Lecchese, 198

  • Conte ha firmato il nuovo Dpcm. Bar e ristoranti chiusi alle 18, alle superiori didattica a distanza al 75%

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento