Valmadrera: approvato il progetto d'intervento al Corpo "A" del Centro Fatebenefratelli

Il progetto, firmato dall’arch. Guido Stefanoni, prevede una spesa di 360.000 euro, di cui 251.935,51 euro per lavori e 108.064,49 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione

L'area che sarà sottoposta a intervento

La Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo finalizzato all’adeguamento, messa in sicurezza e abbattimento barriere architettoniche del Corpo A del Centro Culturale Fatebenefratelli, dove si trovano, tra l’altro, la Sala Esposizioni, i locali prima occupati dalla Biblioteca con affaccio in parte sull’adiacente Orto botanico e le sedi di alcune associazioni.

Questa parte del Centro Culturale era stato oggetto di un importante intervento di ristrutturazione a cura degli architetti Bruno Bianchi e Silvio Delsante nel 1983-1985; il nuovo intervento, non più rinviabile, consiste in una complessa serie di interventi puntuali volti a garantire l'adeguamento alle Normative vigenti in materia di sicurezza, sia sotto il profilo dell' idoneità statica della struttura che della Prevenzione incendi. Il progetto prevede inoltre la formazione di un vano ascensore che consentirà la successiva installazione dell'elevatore per collegare i diversi livelli, garantendo così l'abbattimento delle barriere architettoniche.

La spesa e il finanziamento

Il progetto, firmato dall’arch. Guido Stefanoni, prevede una spesa di 360.000 euro, di cui 251.935,51 euro per lavori (compreso oneri per la sicurezza) e 108.064,49 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione ed è stato finanziato nell’ambito del contributo previsto da parte di Regione Lombardia di cui all’art. 1, commi 5 e 6 della L.R. 9/2020 “Interventi per la ripresa economica".

«Il Centro Fatebenefratelli è sempre stato un luogo fondamentale per la vita culturale di Valmadrera e la sua riqualificazione e valorizzazione sono uno dei punti che caratterizzano il programma di Progetto Valmadrera - ha sottolineato il sindaco Antonio Rusconi -. Abbiamo voluto cogliere l’opportunità del finanziamento di Regione Lombardia avviando ora i lavori, con la certezza che, in questo modo, potremo destinare poi altre risorse ad ulteriori interventi sul territorio comunale, frutto di un'attenta progettazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento